Archivos de la categoría: GCIE

Informaciones del Consejero CGIE electo en Chile.

Che cosa resta e a cosa è servito il sacrificio di Marcinelle?

Riceviamo e pubblichiamo:

Queste le riflessioni del  CGE  Nello Gargiulo in occasione del 62º anniversario della tragedia di Marcinelle.

Che cosa resta e a cosa è servito il sacrificio di Marcinelle?

La simbologia della Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo trova il culmine della sua esegesi nella tragedia avvenuta nella miniera di carbone “Bois du Cazier” a Marcinelle in Belgio, l’8 agosto del 1956, nella quale persero la vita soffocati dall’ossido di carbonio e circondati dalle fiamme dell’incendio scoppiato in uno dei pozzi, 262 minatori.Di questi, 136 erano emigranti italiani. Dal 2001 questa ricorrenza riunisce il valore del lavoro italiano nel mondo e porta a sintesi quando di più dignitoso esprime la forza produttiva del nostro Paese per coinvolgerla manifestamente nello sviluppo e nella forma più avanzata di società. Continúe leyendo Che cosa resta e a cosa è servito il sacrificio di Marcinelle?

CGIE: Proposta di messa in sicurezza delle procedure di voto all’estero

Il rendere sempre più trasparente il voto e in particolare il voto degli italiani all’estero è un compromesso del sistema elettorale italiano. 

 

Per facilitare il controllo delle votazioni e soprattutto per essere maggiormente consapevoli del meccanismo che muove il sistema elettorale per gli elettori italiani all’estero, riportiamo, qui di seguito, alcuni riferimenti fondamentali riguardo la normativa, procedura e soprattutto l’esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’estero.

1) Legge 27 dicembre 2001, n. 459 “Norme per l’ esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’ estero” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 4 del 5 gennaio 2002. http://www.camera.it/parlam/leggi/01459l.htm

2) Schema di DPR – Regolamento di attuazione della L. 459/2001, recante disciplina per l’esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’estero – Relazione https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_2_1.page;jsessionid=7uDFOTh9ED5BMs8kElG55F1G?facetNode_1=0_10&facetNode_2=4_58&facetNode_3=1_8(2003)&contentId=SAN30878&previsiousPage=mg_1_2

3) Il voto degli italiani all’estero tra discriminazioni e imperituri dubbi di costituzionalità: cosa è cambiato con la nuova legge elettorale. 

http://www.dirittifondamentali.it/media/2502/alberico-il-voto-degli-italiani-all-estero.pdf

4) MINISTERO DELL’INTERNO – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale dei Servizi Elettorali – Elezioni politiche:

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione 

http://www1.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/4/20064514510.pdf

5) Come si vota all’estero? 

Disposizione del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. 

Procedura

https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/votoestero/ https://consmadrid.esteri.it/consolato_madrid/it/i-servizi/elezioni-politiche-2018.html https://ambpretoria.esteri.it/ambasciata_pretoria/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/elezioni-politiche-2018-comunicato.html https://www.ilpost.it/2018/02/15/come-si-vota-estero/

LA FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA NEL CIRCOLO ITALO-CILENO DI LIMACHE

SANTIAGO\ aise\ – Limache é una ridente cittadina a pochi km dal mare sulla costa del pacifico della regione V del Cile dove nei registri consolari risultano residenti circa 20.000 cittadini italiani ed italo- cileni iscritti all’ Aire.

Continúe leyendo LA FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA NEL CIRCOLO ITALO-CILENO DI LIMACHE

4 marzo 2018, l’Italia al Voto: Votare? Come votare? di Nello Gargiulo

4 marzo 2018, l’Italia al Voto:

Votare? Come votare?

di Nello Gargiulo.

Agli italiani residenti in Cile .
Agli Italo-Cileni aventi diritto al voto politico italiano.

Domenica 4 marzo 2018 si terranno le elezioni politiche in Italia. Con questo si mette fine alla legislatura che ebbe inizio nel mese di aprile del 2013.

Si voterà per eleggere 630 deputati e 315 senatori. Avendo ricevuto domande su questo importante processo farò il tentativo di riunire queste domande avventurandomi in risposte dirette e brevi:

  • 1. Su quale sistema elettorale alla fine si vota in Italia essendoci stati diversi tentavi di riforme e con grandi difficoltà per trovare ampi consensi?

Continúe leyendo 4 marzo 2018, l’Italia al Voto: Votare? Come votare? di Nello Gargiulo

COMUNICATO STAMPA CGIE ELEZIONI POLITICHE 2018

COMUNICATO STAMPA CGIE ELEZIONI POLITICHE 2018

La sentenza del Tribunale di Venezia sulla presunta incostituzionalità della procedura  che regola il voto degli italiani all’estero era attesa da tempo e, quindi, arriva in un momento delicatissimo della vita politica italiana, ovvero, durante la fase preparatoria del voto per corrispondenza a cui stanno lavorando a tambur battente le Ambasciate italiane nel mondo. Continúe leyendo COMUNICATO STAMPA CGIE ELEZIONI POLITICHE 2018

Schiavone: Auguri di fine anno dal CGIE

Care e cari Presidenti dei Comitati degli italiani all’estero nel mondo

il Consiglio Generale degli italiani all’estero vi ringrazia sentitamente per il vostro lavoro

a sostegno ed in rappresentanze delle comunità italiane nel mondo.

Vogliate trascorrere le prossime festività natalizie in pace e armonia con i vostri cari.

Michele Schiavone

Segretario generale del Consiglio generale degli italiani all’estero

Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

In esito alle consultazioni intercorse tra il MAECI e l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), è stato concordato come anche i cittadini italiani residenti all’estero possano ottenere le credenziali del Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID).

1. COSA E’ SPID

SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere con un’identità digitale unica ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati aderenti.

Attualmente sono 3783 le amministrazioni aderenti, 4183 i servizi online accessibili con SPID e 1.831.000 gli italiani o le imprese dotate di identità SPID.

L’identità SPID è costituita da credenziali che vengono rilasciate all’utente dai Gestori di Identità Digitale (“Identity Provider” – IdP) accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID).

2. COME RICHIEDERE LE CREDENZIALI SPID Continúe leyendo Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

CGIE: Queremos parlamentarios que vivan en sus circunscripciones

VOGLIAMO DICIOTTO PARLAMENTARI RESIDENTI NEI NOSTRI TERRITORI

COMUNICATO STAMPA

NON VOGLIAMO FOSSILIZZARCI SULLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE ESTERA, MA CHE A RAPPRESENTARCI SIANO DICIOTTO PARLAMENTARI RESIDENTI NEI NOSTRI TERRITORI

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero ha seguito con particolare interesse il lavoro svolto dalla commissione Affari costituzionali della Camera, in merito alla nuova proposta di riforma
della legge elettorale nazionale, il “Rosatellum 2.0”, che ha approvato un emendamento a firma di Maurizio Lupi (Ap), che precisa alcune norme sulla circoscrizione estero.

La stessa proposta, tanto attesa, inizierà l’iter parlamentare già domani pomeriggio alla Camera dei Deputati.

Esistono profonde perplessità sulla modifica di un principio di fondo, che riguarda le candidature nella circoscrizione estero di cittadini italiani non iscritti all’AIRE, contravvenendo alla specificità della rappresentanza politica della circoscrizione estero sulla quale già in
passato il CGIE aveva chiesto un parere pro veritate.

L’attuale proposta che prevede, inoltre, l’impossibilità dei cittadini italiani residenti all’estero di potersi candidare nei collegi elettorali
italiani, è indice di una disparità di diritti. Differenziare i diritti politici di cinque milioni e mezzo di cittadini italiani residenti all’estero dal resto del corpo elettorale riporterebbe indietro le
istituzioni del nostro paese. Continúe leyendo CGIE: Queremos parlamentarios que vivan en sus circunscripciones

Il voto all’estero e le leggende metropolitane – CGIE

Il voto all’estero e le leggende metropolitaneSuccede oramai da qualche lustro e sembra un refrain, che si ripete con progressiva enfasi dalle prime votazioni legislative tenutesi nella ripartizione estero nel 2006. Da dieci anni, oramai, gli italiani all’estero sono chiamati a partecipare direttamente alle scelte politiche nazionali in ottemperanza dell’articolo 48 della costituzione. Il loro voto, però, continua ad essere oggetto di acuti e contraddittori scambi di valutazioni tra schieramenti avversi. Anche in questa tornata il quesito referendario è diventato argomento di disputa politica e le elettrici e gli elettori italiani all’estero, ai quali la costituzione italiana garantisce piena rappresentanza politica mediante il diritto di voto, vengono tirati per la giacca perché quest’ultimo, a detta di qualche santone della politica e di alcuni saggi di diritto costituzionale, risulterebbe inficiato da brogli, manomissioni ed è macchiato di insufficiente credibilità. A chi dà libero sfogo a questa leggenda metropolitana ci viene spontaneo chiedere se c’è fondatezza nelle loro affermazioni e se nel dubbio, gli stessi argomenti usati oggi per l’estero, abbiano concorso parimenti in altri periodi storici a mettere in discussione i principi costituzionali del voto in Italia? Questi principi vengono rispettati e quali sono le condizioni, che garantiscono l’espressione del voto libero, diretto e segreto? E’ responsabile affermare che nella circoscrizione estero per garantire il voto è necessario inviare gli ispettori OSCE? E’ giustificabile che per pura propaganda elettorale ed interessi di parte si arrivi a denigrare l’operato di migliaia di persone che hanno preparato il processo elettorale? Differenziare il diritto dalla pratica elettorale sicuramente aiuterebbe a superare il dilemma. Ma occorre la volontà politica e la lungimiranza a concepire una comunità inclusiva, perché le polemiche a cui si assiste, purtroppo, lasciano il tempo che trovano. Dall’estero si ha la sensazione che invece di discutere e informare i cittadini sul quesito referendario, i grandi e piccoli strateghi, si dilettano a confabulare per mettere le mani avanti sull’esito referendario. In questa strategia si è anche insediata la polemica sul voto all’estero, sulla sua attendibilità e sulla sua correttezza.

Fuente: Il voto all’estero e le leggende metropolitane – CGIE

Attentati in Spagna: Cordoglio del CGIE

Comunicato stampa

E‘ intollerabile la mattanza di persone civili vittime di vili atti terroristici perpetrati negli ultimi anni da fanatici sedicenti combattenti religiosi jihadisti. Gli attentati terroristici commessi nelle ultime 24 ore a Barcellona e Cambrils in Spagna nei quali, tra le vittime e i numerosi feriti, risultano anche cittadini italiani. II Consiglio Generale degli Italiani all’Estero condanna fermamente questi atti e l’idea di chi vorrebbe ridurre le libertà sulle quali sono costruite le società moderne. Continúe leyendo Attentati in Spagna: Cordoglio del CGIE

CILE: LA SCUOLA ITALIANA “ALCIDE DE GASPERI” DE LA SERENA INAUGURA UN MODERNO POLO DELLE SCIENZE AI FINI EDUCATIVI

CILE: LA SCUOLA ITALIANA “ALCIDE DE GASPERI” DE LA SERENA INAUGURA UN MODERNO POLO DELLE SCIENZE AI FINI EDUCATIVI

21/06/2017 SANTIAGO\ aise\ – Con l’inaugurazione di nuovi e moderni laboratori per l’apprendimento delle scienze, la Scuola Italiana Alcide De Gasperi di La Serena (città a 500 Km da Santiago) ha celebrato un nuovo anniversario della sua fondazione avvenuta nel 1991.

Continúe leyendo CILE: LA SCUOLA ITALIANA “ALCIDE DE GASPERI” DE LA SERENA INAUGURA UN MODERNO POLO DELLE SCIENZE AI FINI EDUCATIVI

Italia Centrale: Appello Solidale di M. Schiavone (CGIE)

CGIE-Logo

Roma, 19 gennaio 2017

COMUNICATO STAMPA

E’ duro accettare le notizie provenienti dall’Italia dove sembra che la natura si sia accanita contro le popolazioni residenti nelle regioni centrali dello Stivale. Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero continua a seguire con profonda apprensione l’emergenza del terremoto alla quale si sono aggiunte le avversità climatiche, che impediscono alla protezione civile ed ai volontari di portare i soccorsi indispensabili per alleviare e risolvere l’emergenza.

Rivolgiamo un accorato appello alla rete diplomatico-consolare, ai Comitati degli italiani all’estero, alle nostre associazioni presenti nei diversi continenti assieme ai paesi di residenza dei nostri connazionali di attivare una catena di solidarietà per far giungere alle popolazioni oltre alla solidarietà morale anche aiuti materiali e finanziari, che in questi frangenti servono a salvare molte vite umane.

Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico sia dall’Italia sia dall’Estero usando le seguenti coordinate:

Banca: Monte dei Paschi di Siena – Filiale di Roma Via del Corso 232
Iban: IT 44 P 01030 03200 000006366341
Beneficiario: PRES.CONS.MINISTRI DIP.PROT.CIVILE-VIA ULPIANO 11 – 00193 – ROMA
Causale:“EmergenzaTerremotoCentroItalia”

Per i bonifici dall’estero va riportato il seguente

codice BIC/SWIFT: PASCITMMROM

Per qualunque informazione si potrà chiamare il Contact Center Dipartimento Protezione Civile al numero 800.840.840

Il Segretario Generale CGIE

Michele Schiavone

Schiavone (CGIE): Ecco il saluto del Ministro Alfano

 

Ai Presidenti dei Comites

Roma, 2 gennaio 2017

Care e cari Presidenti dei Comites,

alla ripresa delle attività del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero rinnovo a tutte/i voi i miei auguri per un nuovo impegno nell’anno che si presenta ricco di incognite e di grandi opportunità per la Comunità italiana all’estero. Assieme con i Comites avremo modo di dare un contributo ulteriore alle sorti dell’Italia, in un anno in cui sarà chiamata ad assumere impegni di grandi rilievo sulla scena mondiale. Continúe leyendo Schiavone (CGIE): Ecco il saluto del Ministro Alfano