Archivos de la categoría: Altri Pareri

Otras cuestiones u opiniones eitidas por el Comites Chile.

Condoglianze per il dott. Juan Rolle Marchetti (RIP)

Questa mattina è mancato nostro caro connazionale

dott. Giovanni Enrico Gino Rolle Marchetti (RIP)

2 Febbraio 1923 – 27 Luglio 2021

noto professionale medico, attivo collaboratore della collettività italiana in Cile, perenne testimonio di Italianità e solidarietà.

Il Comites del Cile esprime le proprie condoglianze, e con esse, quelle dell’intera collettività italiana in Cile, alla famiglia, amici ed in particolar modo a suo figlio Patrizio, membro del Comites del Cile.

ELEZIONI COMITES 2021 – COME PARTECIPARE

Elezione dei Comitati degli italiani all’estero – COMITES 2021

MODALITA’ PER LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE NELL’ELENCO ELETTORALE

Le elezioni per il rinnovo dei COMITES (Comitati degli Italiani all’estero) si terranno il prossimo 3 dicembre 2021.

A questo importante appuntamento elettorale possono partecipare gli elettori, in possesso dei requisiti di legge per l’elettorato attivo, residenti e iscritti all’AIRE nella circoscrizione consolare da almeno 6 mesi (rispetto alla data delle elezioni).

Il voto si svolge per corrispondenza, ma – a differenza delle elezioni politiche e dei referendum – il plico elettorale viene spedito SOLTANTO agli elettori che abbiano presentato espressa richiesta di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites, almeno trenta giorni prima della data stabilita per le votazioni.

ATTENZIONE: per ricevere il plico elettorale l’elettore deve quindi richiedere al proprio Consolato di essere iscritto nell’elenco elettorale ENTRO E NON OLTRE IL 3 NOVEMBRE 2021.

I cittadini italiani residenti all’estero e iscritti AIRE possono iscriversi sin da ora nell’elenco elettorale ONLINE attraverso il portale dei servizi consolari Fast It, a questo link: https://serviziconsolari.esteri.it/ScoFE/index.sco , selezionando la funzione dedicata alle elezioni: “Domanda di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites”. La procedura sul portale Fast It sarà interamente guidata e digitale.

In alternativa, il cittadino può far pervenire il modulo per l’iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites in uno dei seguenti modi tradizionali:

– inviare il modulo di richiesta per posta cartacea (preferibilmente raccomandata) insieme a fotocopia di un documento di identità comprensivo della firma del titolare all’indirizzo: Embajada de Italia, Clemente Fabres 1050, Providencia

– inviare il modulo di richiesta per posta elettronica ordinaria (mail) oppure certificata, insieme a copia del documento d’identità, comprensivo della firma del titolare alla casella email: consolato.santiago@esteri.it  scrivendo in oggetto: “ELEZIONI COMITES”.

https://ambsantiago.esteri.it/ambasciata_santiago/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2021/07/elezioni-comites-2021-come-partecipare.html

Comites Cile con Capitán Pastene



L’ultima riunione di comitato esecutivo allargata, il Comites del Cile l’ha dedicata casi per intero al tema della drammatica situazione che coinvolge la località di Capitán Pastene 650 km al sud di Santiago.

Ricordiamo che questo paesino da 3000 abitanti, è stato fondato e sviluppato da emigranti emiliani arrivati tramite accordi di governo di inizio novecento. Forse l’unico enclave geograficamente localizzato di italiani al sud del Cile.

Da alcuni anni la macro zona sud, che coinvolge la Regione della Araucania e dunque Capitán Pastene, si è trovata coinvolto nel fenomeno di violenza che ha precipitato con gravi conseguenze negli ultimi giorni.

Sparatorie, attacchi alle attività forestali e non solo, difficoltà al libero spostamento alle persone e le cose, stanno lasciando isolato il bellissimo villaggio triculturale: italiano, cileno e mapuche che si trova in fondovalle nei pressi della Cordigliera di Nahuelbuta.

Sebbene la violenza nella zona è un fenomeno da anni, che prima vedeva vittime le grandi aziende forestali, adesso si è aggravato con attacchi alle persone e piccoli imprenditori di altri settori.

Questa situazione assieme alle conseguenze pandemia, stanno determinando una situazione drammatica per il paese ed i suoi abitanti, tra cui una cinquantina di famiglie italiane, che hanno visto crollare l’attività turistica ed enogastronomica che li sostentava.

Il COMITES del Cile ha voluto dare ascolto e visibilità ospitando i rappresentati delle istituzioni italiane di Capitán Pastene, Mabel Flores Cantergiani, Presidente Associazione Emilia-Romagna, Genny Fulgeri, Gisella Jara Leonelli, Consultrice all’Estero per il Cile della Regione Emilia-Romagna, che hanno testimoniato la grave situazione e le drammatiche conseguenze, tramite una speciale riunione per via telematica dove il Presidente Claudio Curelli, una volta sentite le testimonianze, ha sottolineato l’assoluta solidarietà, vicinanza ed impegno con le famiglie di connazionali, nella speranza di poter coinvolgere le autorità e rendere visibile la situazione. 

In linea con l’Ambasciata d’Italia a Santiago, e l’Ambasciatore dott. Mauro Battocchi, che segue da vicino lo stato della situazione, il Comites del Cile si è messo a disposizione dei connazionali. Nel frattempo il Comites si è impegnato, con apposita commissione di lavoro, a dare seguito costante nel tempo allo svilupparsi degli avvenimenti.
All’incontro erano anche presenti il Vice Console Onorario a Temuco, dott. Marco Antonio Zirotti, ed il Delegato COMITES per l’Araucania, Ing. Marco Antonio Niada.

Farnesina: cosa sono i comites

Istituiti nel 1985, i Comites sono organismi rappresentativi della collettività italiana, eletti direttamente dai connazionali residenti all’estero in ciascuna circoscrizione consolare ove risiedono almeno tremila connazionali iscritti nell’elenco aggiornato di cui all’art. 5, comma 1, della Legge 459/2001.
In circoscrizioni ove risiedono meno di tremila cittadini italiani i Comitati possono essere nominati dall’Autorità diplomatico-consolare.

I Comites sono composti da 12 membri o da 18 membri, a seconda che vengano eletti in Circoscrizioni consolari con un numero inferiore o superiore a 100 mila connazionali residenti, quali essi risultano dall’elenco aggiornato dei cittadini italiani residenti all’estero.
Oltre ai membri eletti di cittadinanza italiana, possono far parte del Comitato, per cooptazione, cittadini stranieri di origine italiana in misura non eccedente un terzo dei componenti il Comitato eletto (4 o 6 componenti).

Ai sensi dell’art. 1, co. 2 della legge 286/2003, i Comites sono organi di rappresentanza degli italiani all’estero nei rapporti con le rappresentanze diplomatico-consolari.
Anche attraverso studi e ricerche, essi contribuiscono ad individuare le esigenze di sviluppo sociale, culturale e civile della comunità di riferimento; promuovono, in collaborazione con l’autorità consolare, con le regioni e con le autonomie locali, nonché con enti, associazioni e comitati   operanti nell’ambito della circoscrizione consolare, opportune iniziative nelle materie attinenti alla  vita sociale e culturale, con particolare riguardo alla partecipazione dei giovani, alle pari   opportunità, all’assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport e al tempo libero.
I Comitati sono altresì chiamati a cooperare con l’Autorità consolare nella tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare.

A seguito delle elezioni dell’aprile 2015, operano oggi 101 Comites elettivi a cui si devono aggiungere 5 di nomina consolare. I Comitati sono così diffusi: 47 si trovano in Europa, 42 nelle Americhe, 10 in Asia e Oceania e 7 in Africa.”

Provincia Autonoma di trento: Consultore Cile

Il Comites del Cile informa aver ricevuto da parte del Circolo Trentino di Santiago, la richiesta di presentazione della candidatura come Consultore all’Estero per il Cile presso la Provincia Autonoma di Trento, della Sig.ra. CARLA ANDREA DELLAPE SAAVEDRA, d’accordo alle norme emanate dalle competenti Autorità.

Per la definizione e la realizzazione delle attività a favore dei trentini all’estero previste dalla legge provinciale 12/2000, la Provincia intende nominare i Consultori all’estero, scelti fra persone di origine trentina residenti all’estero, che abbiano maturato esperienze nell’ambito dell’associazionismo fra emigrati, degli organismi rappresentativi dell’emigrazione italiana, del volontariato, del lavoro, delle professioni e della cultura.

Continúe leyendo Provincia Autonoma di trento: Consultore Cile

Avvocatura Generale dello Stato: incompatibilità tra membro Comites e membro rete consolare onoraria

Il Ministero ha reso noto nelle ultime ore che l’Avvocatura Generale dello Stato (AGS) si è espressa relativamente alla portata ed alle limitazioni derivanti dall’applicazione dell’art. 5 comma 4 della legge 286/2003 con specifico riguardo alla questione dell’incompatibilita’ tra la carica di membro Comites e l’incarico di Corrispondente consolare.

L’Avvocatura ha ribadito che quella del Corrispondente consolare sia una figura da ascriversi tra quelle contemplate dal comma 4 dell’art. 5 della gia’ citata legge 286/2003. L’AGS ha infatti precisato che lo svolgimento di alcune delle funzioni consolari, attribuite attraverso la lettera di incarico, confermano lo status istituzionale dell’incarico conferito al Corrispondente consolare, cosi’ come avviene nel caso del Console onorario, che la circolare MAECI n.3 del 2017 aveva indicato come incompatibile con la carica di componente del Com.It.Es.. 

L’AGS ha infine riconosciuto l’esistenza di ragioni di opportunita’ che suggeriscono di non far coincidere nella stessa persona l’incarico di corrispondente consolare e di membro del Comites: si vuole infatti evitare che il Corrispondente consolare possa trarre vantaggio della posizione rivestita nell’ambito della comunita’ di riferimento per ottenere consensi finalizzati all’elezione nel Comitato.

Funzionamento dei COMITES: al via le sedute telematiche

In occasione dell’emergenza coronavirus, il Ministero Affari Esteri (MAECI) ha consentito che i COMITES possano avviare la procedura telematica per svolgere le sedute plenarie di comitato con totale validità legale.

Comunque saranno rispettati tutti i requisiti e formalità che la legge prevede per le sedute presenziali. Si renderanno necessarie comunque delle modifiche ai regolamenti interni e l’ulteriore formalizzazione del provvedimento da parte del Ministero che verrà pubblicizzata su questo stesso sito.

COMITES Cile: No a ridurre i Parlamentari all’Estero

Tavella “Elettori versus parlamentari”. Fonte: Ministero dell’Interno. Elaborazione: Claudio Curelli.

Il Comites del Cile, di fronte all’iniziativa che pretende ridurre proporzionalmente i parlamentari eletti all’estero alla riduzione totale del numero di parlamentari, vuole lasciare testimonianza della propria opinione in contrario.

Considerando che gli elettori all’estero rappresentano più dell’otto percento degli elettori totali e che ciò nonostante, la rappresentazione parlamentaria attuale è inferiore al due percento, gli italiani all’estero si trovano già sottorappresentati. Un ulteriore riduzione, significarebbe l’annientamento dell’importante presenza dei parlamentari eletti all’estero.

In democrazia, specialmente in una di tipo parlamentaria, come quella italiana, gli eletti all’estero sono fondamentali per rappresentare gli interessi di tutta un Altra Italia, fatta di quattro milioni di italiani all’estero, vera risorsa per l’Italia nel mondo globale. Questo è stato il senso della legge Tremaglia che dal 2006 ha ridato il diritto di voto per gli italiani all’estero, perso per il solo fatto di risiedere fuori l’Italia.

L’invito del Comites del Cile è a riflettere riguardo l’importanza storica che ha significato il riavere diritto di voto per gli italiani all’estero, e con essa, a rispettare l’attuale rappresentanza già abbastanza ridotta, come dai numeri espressi.

Casa d’Italia rischia l’abbattimento: gli italiani dicono no!

NOTIZIA IN ITALIA:

VIÑA DEL MAR: NO ALL’ABBATTIMENTO DI CASA D’ITALIA / COMUNITÀ E COMITES CILE MOBILITATI

Casa d’Italia rischia l’abbattimento: gli italiani dicono no!

La Collettività Italiana tutta unita con il Comites si sta muovendo per impedire l’abbattimento del palazzo storico che rappresenta la memoria di tutti gli italocileni.

Leer en Español aquí.

Di fronte alle notizie riguardo l’eventuale abbattimento dello storico palazzo sede della Casa d’Italia della città di Viña del Mar, il Comites, Comitato per gli Italiani all’Estero del Cile, essendo ufficialmente il legittimo rappresentante della collettività italiana, non può non intervenire nella spinosa questione che di gran lunga supera la mera transazione fra privati in quanto tocca i sentimenti e i ricordi di ciascun italiano.
L’acquisto e destinazione del palazzo Casa d’Italia da sempre è stato legato all’uso collettivo degli italiani residenti e dei loro discendenti. Sia come centro di diffusione culturale, gastronomico, didattico fino ad essere la prestigiosa sede del Consolato rispettivo.
In considerazione al poliedrico uso che ha svolto la Casa d’Italia, nonché alla palese notorietà come patrimonio architettonico della città, questo Comites rifiuta e si contrappone decisamente contro qualunque tentativo di alienazione di questo patrimonio. Alienazione, che nella fattispecie, lede gravemente su più livelli la collettività e comunità italocilena.

 

Comites Cile.

Casa de Italia en peligro de demolición: Italianos dicen no!

Casa de Italia en peligro de demolición:
Italianos dicen no!

La colectividad italiana con el Comites se está moviendo para evitar la demolición del edificio histórico que es memoria de todos italochilenos.

Leggere in italiano qui. (versión oficial en lengua italiana)

Ante la noticia de la posible demolición de la sede histórica de la Casa de Italia de la ciudad de Viña del Mar, el Comites, Comité de Italianos en el Extranjero Chile, siendo oficialmente el representante legítimo de la comunidad italiana, no puede dejar de intervenir en el espinoso tema que supera con creces la mera transacción entre privados ya que toca los sentimientos y los recuerdos de todos los italianos.
La compra y el destino de la Casa de Italia siempre ha estado ligada al uso colectivo de los italianos residentes y sus descendientes. Ya sea como un centro de difusión cultural, gastronómico, educativo e incluso la prestigiosa sede del respectivo Consulado.
Teniendo en cuenta el uso versátil que jugó la Casa de Italia, así como la evidente notoriedad de patrimonio arquitectónico de la ciudad, este Comites rechaza y se opone firmemente ante cualquier intento de alienación de este patrimonio. La eventual destrucción de Casa de Italia representa una grave pérdida para la sociedad y la comunidad italocilena.

Comites Chile.

COMITES Chile y la Red Consular en Latino América

En el pleno celebrado Jueves, 6 de abril el COMITES de Chile emitió un parecer sobre la red consular en América Latina y en particular en el territorio de Chile.

leggere versione ufficiale in lingua italiana.

Durante la movilización general organizado y convocado por los Movimiento Asociativo Italianos en el Exterior para servicios consulares más eficientes COMITES de Chile ha decidido expresar su preocupación de dar a conocer el Ministerio de proporcionar más recursos a las oficinas consulares para mejorar la calidad de los servicios ofrecidos para el público.

Comunicado de Prensa COMITES Chile

El Comites Chile, tomó nota de los eventos de la comunidad italiana de América Latina, para llamar la atención del Gobierno sobre la situación catastrófica en términos de la red consular italiana en América Latina, ha decidido por unanimidad apoyar este evento, compartiendo su razones generales.

En el caso específico de Chile, donde opera sólo una cancillería consular para todo el país, el Comites Chile señala que no obstante la comunidad italiana se ha duplicado, los equipos de trabajo en el servicio de la oficina y servicios consulares no sólo se ha mantenido constante desde hace una década, sino que se está reduciendo porque los funcionarios que se jubilan no se reemplazan con prontitud.

Como resultado, la eficiencia del servicio consular, a pesar de los esfuerzos del personal presente, se ve seriamente afectada.

El Comites Chile al ser el intérprete y representante de la comunidad local italiana, confía en que el Gobierno de Italia prestará formal atención a las necesidades de los italianos en América Latina, la que no se puede retrasar.

COMITES Cile e la Rete Consolare in Latino America

In seduta plenaria celebrata il giovedì 6 aprile, il Comites del Cile ha emesso un parere riguardo la Rete Consolare in Latino America e particolarmente sul territorio del Cile.

leer version traducida al español

In occasione della mobilitazione generale organizzata e convocata dal Movimento Associativo Italiani all’Estero per servizi consolari più efficienti il Comites del Cile ha deciso di manifestare la propria preoccupazione volta a sensibilizzare il Ministero per fornire più risorse agli uffici consolari per migliorare la qualità dei servizi offerti al pubblico.

Comunicato del Comites del Cile

Il Comites Cile, preso atto delle manifestazioni delle Comunità italiane dell’America Latina, per richiamare l’attenzione del Governo sul disastroso stato in cui versa la rete Consolare Italiana dell’America Latina, ha deciso all’unanimità di appoggiare tale manifestazione, condividendone le motivazioni generali.
Nel caso specifico del Cile dove opera solo una Cancelleria Consolare per tutto il Paese, il Comites rileva che mentre la comunità italiana residente si è duplicata , la dotazione del personale in servizio di tale Cancelleria Consolare non solo é rimasta quella di un decennio fa ma si va riducendo perché i funzionari che vanno in pensione non vengono prontamente sostituiti.
Di conseguenza l’efficienza del servizio consolare, nonostante gli sforzi del personale presente, viene seriamente pregiudicata.
Il Comites del Cile facendosi interprete e rappresentante della comunità italiana locale, auspica pertanto che il Governo d’Italia presti formalmente attenzione alle esigenze improrogabili degli italiani dell’America Latina.