Archivo de Categoría: Cile | Chile

Giorno internazionale dei Lucani: anche il Cile ha la sua voce

Lucani di tutto il mondo festeggiano il loro giorno internazionale in cui si riscoprono e si rinforzano le radici comuni della loro bellissima regione italiana: la Basilicata

Anche i lucani residenti in Cile vogliono che le loro voci siano presenti e, per questo motivo, Radio Perché, @xke, del Comites de Chile, ha voluto rendere un meritato omaggio a tutti i lucani qui residenti o che qui sono nati senza però non aver mai dimenticato le tradizioni e l’amore per la loro Basilicata.

I Lucani del Cile salutano i conterranei del mondo

Para nuestro amigos hispanohablantes:

Lucanos de todo el mundo unidos para celebrar su día internacional

Los lucanianos de todo el mundo celebran su día internacional en el que se redescubren y fortalecen las raíces comunes de esta hermosa región italiana.

Incluso los Lucanos que residen en Chile quieren que se escuchen sus voces y, por esta razón, la Radio Perché@xke, del Comites de Chile, quería dar un merecido homenaje a todos los lucanos que residen en Chile o que nacieron aquí olvidarse nunca las tradiciones y la tradicióny el amor por su Basilicata.

En el día internacional de los lucanos del mundo, entregamos un afectuoso saludo desde Santiago de Chile a todo el resto de los lucanos en el mundo.

“Presenza, quindicinale della Comunità”: edición número 1000

“Presenza, quindicinale della Comunità”: edición número 1000

En Santiago, Abril de 2020,
Sig. Cav. Claudio Massone
Direttore Quindicinale Presenza
Sede

Egregio Direttore, Carissimo Claudio,
El número mil de Presenza será impreso en condiciones tan particulares como especial es el hecho que un medio de las características de nuestro Quindicinale della Colletivittá Italiana in Cile cumpla y publique el número mil, fruto de una trayectoria que por décadas ha acompañado nuestra vida de italianos en Chile.
Trabajar en el ámbito de Comunidad Italiana de Chile, tiene que ver con un apostolado hecho de voluntariado, amor por Italia y por sobre todo de respeto por el legado de los que estuvieron antes que nosotros afrontando las encrucijadas que mantienen viva y en conexión el sentir de italianidad de cada uno de nosotros con esa Patria lejana.
La Comunidad Italiana de Chile se constituye de un variado y rico número de instituciones y en todas ellas se vive y refleja este sentimiento de conexión con la responsabilidad de ser los herederos de un legado más grande que la suma de todos nosotros.
Bomberos Italianos en todo Chile, Muttuo Soccorso Italia e L’Umanitaria Riunite, Escuelas Italianas en todo Chile, Clubes Deportivos, Círculos Italianos, Asociaciones Regionales, Comité para los Italianos en Extranjero COMITES – CGIE, son sólo una muestra no exhaustiva que pretende representar al por lo menos un centenar de instituciones y agrupaciones, en general, entes italianos de Chile. Presenza no es la excepción. Se trata de nuestra publicación que por más de medio siglo, ha sido testigo de la vida de todos nosotros pertenecientes a esta comunidad, una de las más lejanas geográficamente de la Italia física. En Presenza la devoción por el
trabajo ha tenido nombre y apellido en el Reverendo Padre Giuseppe Tommasi (Q.E.P.D.) que por tantos años dirigió y la encarnó en nombre de La Congregazione dei Missionari Di San Carlo, nuestros queridos padres Scalabriniani.
Hoy la posta de la dirección de Presenza está en manos del amigo y Cav. Claudio Massone quién conduce con generosidad y sabiduría nuestro Quindicinale por los particulares momentos que a todos nos toca vivir. A Claudio y todo su equipo reiteramos la permanente y total disponibilidad de nuestro COMITES de Chile a colaborar en lo que estimen pudiéramos ser de beneficio en la ardua tarea que significa un medio de comunicación.
Al terminar estas palabras deseo expresar especialmente en el amigo Claudio Massone y, a través de su gentil intermedio a todos quienes hacen posible Presenza, el sentir mio personal y de la entera colectividad italiana de Chile representada pluralmente en nuestro COMITES, este sentimiento no es otro que el de inmensa gratitud por
el importante trabajo que realizan.
Con la cordialidad de siempre y deseando que este número mil sea el primero de muchos,
Claudio Curelli
Presidente Comité para los Italianos en Extranjero -COM.IT.ES.- Chile

Pompa Italia tiene nuevo Director

Con carta fechada ayer el Presidente del Comites de Chile Claudio Curelli saluda a toda la familia “oncina” que forma parte de la Undicesima Compagnia di Pompieri Pompa Italia “Italica Gens” a raíz de la elección de nuevo Director que recayó en el Sr. Mauricio Repetto, bombero de larga trayectoria en diferentes e importantes cargos de la institución.

Reproducimos a continuación la carta:

nel ringraziare vostra gentile comunicazione riguardo l’elezione che ha rinnovato la carica del vostro Sig. Direttore, e che ha portato a questa importante responsabilitá al Sig. Mauricio Repetto, il Comites del Cile, nella voce di questo Presidente, rappresentando il proprio sentire e quello dell’intera colletivittá italiana del Cile, vuole congratularsi col Direttore Repetto ed augurargli il meglio nell’esercizio delle sue importanti funzioni e chiedendo gentilmente di allargare questo saluto all’intera famiglia facente parte di Pompa Italia, istituzione che inorgoglisce la nostra Comunitá.

Con affetto,

Claudio Curelli

Messaggio del Nostro Ambasciatore: Distanti ma Uniti

Riportiamo l’appello del nostro Ambasciatore Mauro Battocchi, in occasione dell’emergenza coronavirus

leer en español aqui

Nostro Ambasciatore d’Italia in Cile, dott. Mauro Battochhi.

Care Amiche e cari Amici italiani del Cile,

nelle ultime settimane abbiamo tutti seguito con apprensione lo sviluppo del contagio nel nostro amato Paese. Ognuno di noi ha desiderato poter essere utile alla lotta dei nostri concittadini, del nostro personale medico e delle nostre Istituzioni … con il pensiero, una donazione o magari esponendo alla finestra il nostro splendido Tricolore.

A noi che viviamo e lavoriamo all’altro capo del pianeta, l’Italia ha insegnato che questa battaglia non ha confini. E che non si vince da soli.

Ora che anche il Cile affronta una situazione di emergenza, come Comunità Italiana dobbiamo stare più uniti che mai: con le intenzioni e con i cuori. Dobbiamo essere lungimiranti e responsabili nel nostro comportamento quotidiano per tenere lontano questo nemico invisibile.

Tristemente abbiamo imparato a conoscere le sofferenze che il nostro Paese sta vivendo.

Chi di noi non si commuove leggendo della lotta che negli ospedali italiani medici e infermieri portano avanti senza tregua, mettendo a repentaglio la propria incolumità per la salute della collettività?

Chi di noi non si inorgoglisce ascoltando l’Inno di Mameli cantato da decine e centinaia di persone dai balconi delle nostre splendide città; esempio di forza e consapevolezza della cittadinanza costretta alla quarantena?

Chi di noi, infine, non sente una profonda preoccupazione per i propri cari lontani, in particolare per quelli anziani, i più esposti ai rischi del contagio?

Facciamoci forza, care Amiche e cari Amici, con la consapevolezza che l’esperienza acquisita in Italia dev’essere la nostra prima difesa qui. La nostra trincea.

In Cile, in questo splendido paese che è per molti di noi “casa”, il nostro esempio dev’essere immediato, costante e rigoroso. Facciamoci fin d’ora promotori attivi di una campagna di prevenzione imprescindibile se vogliamo arginare l’espandersi del contagio.

Vi invito dunque a rispettare alla lettera le indicazioni date dalle Autorità Sanitarie del Cile. Vi esorto a seguire scrupolosamente le norme di comportamento segnalate dal Ministero della Salute italiano che, se eseguite con rigore, garantiscono una minor diffusione del contagio.

Vorrei soffermarmi in particolare su una regola che implica un enorme sacrifico per chi, come tutti noi, ama la compagnia e la socialità: quello che gli esperti chiamano il “distanziamento sociale” e che in pratica significa ridurre i contatti interpersonali al minimo che é strettamente necessario.

Poco a poco in tutto il mondo ci si sta rendendo conto che stare distanti e ridurre le interazioni è infatti lo strumento per fermare la crescita esponenziale della contagio.

Manteniamo una distanza di almeno un metro (meglio due) a da chi ci circonda in situazioni sociali inevitabili come la spesa o la coda per la farmacia.

Questo articolo del Washington Post (in inglese) presenta delle animazioni che piú di ogni altra spiegazione a parole possono far capire perché dobbiamo praticare il distanziamento sociale.

Rinviamo baci e abbracci ai momenti migliori, che (stiamone certi) torneranno.

Questa misura é particolarmente importante per proteggere le persone anziane. I nostri nonni sono coloro che oggi hanno più bisogno del nostro impegno. Aiutiamoli rimanendo loro distanti fisicamente (e comunicando magari per via digitale).

Care Amiche e Cari Amici,

l’Italia sta dando prova in questi giorni di uno straordinario spirito di unitá e di responsabilitá personale. Come italiani all’estero, cerchiamo di essere all’altezza della nostra Patria in questo momento cosí cruciale. Distanti fisicamente ma uniti moralmente, #andratuttobene.

Quando avremo superato e vinto questa sfida, ci guarderemo indietro e saremo orgogliosi dello sforzo fatto insieme.

Un caloroso saluto,

Mauro Battocchi

I nostri auguri al nuovo Vice Console Onorario a Temuco

Marco Antonio Zirotti è il nuovo Vice Console Onorario d’Italia a Temuco. Il Comites del Cile si congratula con il nuovo membro della nostra rete consolare unendo la sua voce con l’intera collettività italiana del Cile. Ringraziamento allargato alla missione diplomatica in Cile che sotto la regia del nostro Ambasciatore dott. Mauro Battocchi sta dando massima importanza alla rete consolare onoraria, cosí importante su tutto il territorio del Cile.

Aviso importante: Novedades en Servicios Consulares

La aparición del coronavirus requiere la adopción de medidas preventivas contra el contagio a fin de proteger la salud de los ciudadanos y el personal de la Embajada.

En esta perspectiva, para evitar multitudes de visitantes en la sala de espera, la afluencia de usuarios será limitada.
También se establecen las siguientes reglas de conducta para acceder a la sede:

  1. Lave sus manos con un gel a base de alcohol antes de ir a los mostrador
  2. Evite los contactos cercanos, manteniendo una distancia interpersonal de al menos un metro.
  3. No toque sus ojos, nariz y boca con sus manos.
  4. Cúbrase la boca y la nariz con el codo o el pañuelo de papel si estornuda o tose.

Una vez más, con miras a salvaguardar la salud de todos, los cambios a los procedimientos habituales para la prestación de servicios consulares también pueden realizarse a partir del viernes 13 de marzo.

Per gli amici italiani:

L’emergenza del coronavirus impone l’adozione di misure preventive contro il contagio al fine di tutelare la salute dei cittadini e del personale in Ambasciata.


In tale ottica, al fine di evitare assembramenti di pubblico in sala di attesa, l’afflusso dell’utenza verrà contingentato.
Sono inoltre stabilite le seguenti norme di comportamento per accedere alla Sede:

1.Lavarsi le mani con un gel a base alcolica prima di recarsi agli sportelli
2.Evitare contatti ravvicinati, mantenendo una distanza interpersonale di almeno un metro
3.Non toccare occhi, naso e bocca con le mani
4.Coprire bocca e naso con il gomito o con fazzoletto di carta se si starnutisce o se si tossisce.

Sempre nell’ottica di salvaguardare la salute di tutti, a partire da venerdì 13 marzo potranno essere inoltre apportate modifiche alle abituali procedure di erogazione dei servizi consolari.

IL COMITES DEL CILE CONFERISCE LE “TESTIMONIANZE DELL’ITALIANITÀ” A SANTIAGO

SANTIAGO DEL CILE\ aise\ – Lo scorso giovedì 19 dicembre, alle ore 19.00 allo Stadio Italiano, in una cerimonia alla quale hanno partecipato più di 120 persone, il Comitato per gli italiani all’estero – Comites Cile – ha riconosciuto e voluto premiare concittadini italiani il cui modo di vivere e impegno in diversi settori sociali è un simbolo d’italianità in Cile.
Alla cerimonia erano presenti l’Ambasciatore d’Italia in Cile, Mauro Battocchi, il Direttore del Quindicinale “Presenza”, Claudio Massone, e l’ospite d’onore, l’Avvocato e noto opinionista, Tomas Mosciatti.
L’obbiettivo dell’evento era di voler riconoscere cittadini meritevoli nel campo dell’arte e della cultura e nella solidarietà e diffusione della lingua italiana. Un momento speciale è stato riservato a Radio Biobio in occasione dei suoi cinquant’anni di esistenza.
Nel suo discorso l’ambasciatore italiano a Cile, Mauro Battocchi, si è congratulato con l’iniziativa e per la massiva partecipazione. Riflettendo ad alta voce, ha proposto di proseguire con questa iniziativa e realizzarla ogni anno, auspicando che questo riconoscimento possa diventare un vero “Oscar” dell’italianità.
Il Consigliere CGIE del Cile, Nello Gargiulo, ha sottolineato durante i momenti di crisi sociopolitica che il Paese sta vivendo, la necessità delle comunità d’incontrarsi per confrontarsi è aumentata e la comunità italiana non ha fatto eccezione.
Da parte sua, il Presidente de Comites del Cile, Claudio Curelli, nel suo messaggio di benvenuto, ha spiegato il senso di questo semplice ma importante riconoscimento in cui il Comites agisce come strumento con cui la comunità riconosce in alcuni concittadini il merito di aver vissuto in modo speciale la loro italianità. Curelli ha sottolineato anche il “perché, tra noi, a volte passando inosservate, ci sono persone che ci danno una testimonianza dei migliori valori che l’italianità incarna. Questo riconoscimento è dedicato a tutti loro. Il Comitato per gli italiani all’estero ha voluto simboleggiare nei cittadini comuni, il cui impegno per la vita civile italiana in Cile, si incarna nella loro esperienza di vita quotidiana. La presenza italiana in Cile è composta da migliaia di concittadini e ancor più dai loro discendenti che nel corso della storia hanno gettato le basi per una profonda fratellanza e integrazione italo-cilena. Questo Comites è cosciente che i riconoscimenti non potranno mai raggiungere tutti i connazionali meritevoli, ma ha voluto invitarvi oggi pomeriggio per riconoscere in alcuni di questi il valore che è presente in tanti concittadini che ci rendono orgogliosi”.
Il Presidente Curelli ha inoltre sottolineato come l’idea alla base di questi riconoscimenti non sia quella di premiare persone che ricoprono posizioni importanti o istituzionali all’interno della comunità, ma quelle che possiedono la semplice forza dell’italianità. Ecco perché, nell’omaggiare Luciano Marocchino, si è voluto premiare il suo entusiasmo nella partecipazione alle cerimonie in Plaza Italia per la Festa della Repubblica d’Italia.
Per realizzare le numerose iniziative che ha realizzato, il Comites del Cile si è fatto forza grazie all’indispensabile collaborazione volontaria di alcune persone al di fuori del comitato.

Ecco perché, tra i volontari, sono stati premiati:

  • Angela Ravizza,
  • Marco Maria Scotti,
  • Lino Suárez,
  • Marco Cifelli,
  • Ignacia Migliaro,
  • Cristián Bustos,
  • Marco Antonio Niada,
  • Pio Borzone,
  • Giuseppe Tropeano,
  • Vittorio Illino e
  • Marilena Sias.

L’arte e la cultura italiane sono state anch’esse al centro della serata e dei riconoscimenti. Grandi individualità, dall’azione instancabile e quotidiana, rappresentano migliaia di illustri “ambasciatori anonimi”, che con l’incommensurabile patrimonio culturale e artistico che la penisola italiana ha lasciato loro in eredità, hanno dato la possibilità al Comites di premiarli:

  • Franco Bonino,
  • Ughette Del Mauro,
  • Renzo Rosso,
  • Anita Odone.

La vera porta di accesso all’universo culturale italiano è la sua lingua. L’italiano continua ad essere la terza lingua straniera più studiata in Cile e la principale lingua della cultura. Il veicolo per l’italianità è la lingua, che è indispensabile. È così che gli spazi tradizionali di insegnamento delle lingue hanno visto crescere il desiderio di studiare l’italiano. Questi i premiati:

  • Mario Mancuso,
  • Duilio Bolsi,
  • Maria Rosa Ghisoni,
  • Bruna Forte e
  • Nadia Arnoldi.

Un altro segno distintivo universale della presenza italiana nel mondo e soprattutto in Cile è stata la vocazione alla solidarietà dei nostri cittadini e dei loro discendenti, che nei più diversi campi e periodi storici cileni si sono dedicati al servizio del prossimo, non importa chi sia. Tra le migliaia che meritavano di essere riconosciuti sono stati scelti:

  • Iris Vittori,
  • Giovanni Rolle,
  • Mariuccia Frugone,
  • Gino Barducci,
  • Beppe Odone e
  • Ines Rocca.

Ma un riconoscimento speciale è andato quest’anno a Radio Biobio, realtà italiana che ha compiuto 50 anni nel 2017. È un mezzo di comunicazione nato in una famiglia italiana che è riuscita ad ottenere una presenza nazionale, diventando la radio d’informazione più importante del paese. Risultato diffide se non quasi impossibile. È Radio Biobio che con 43 stazioni in tutta la nazione ha accompagnato il Cile e i suoi abitanti nelle più diverse vicissitudini che hanno caratterizzato la loro storia.
A tal fine il Comites ha potuto riconoscere nella persona di Tomás Mosciatti la realtà di Radio Biobio e la sua indiscussa importanza primaria nei media e che, intimamente, consideriamo anche esempio di italianità.
Nel suo intervento finale, Tomás Mosciatti si è rivolto ai presenti, ringraziando per il riconoscimento e confermando che “La Radio” è una PMI italiana, dove “tutti facciamo di tutto”. Infine ha dedicato il premio ai suoi genitori, fondatori dell’emittente che hanno insegnato e instillato in tutti i loro figli un’etica del lavoro “tutta italiana”. (aise)

COMUNIDAD ITALIANA REGIÓN de VALPARAISO: INVITACIÓN

INVITACIÓN: MISA DE NAVIDAD EN FAMILIA,  COMUNIDAD ITALIANA  REGIÓN  de VALPARAISO    ESTE DOMINGO  15/12/2017

El   Cónsul  Honorario de  Italia en Valparaíso,   la   Associazione Ligure, La Societá di Beneficenza y el  Consiglio Comunità Italiana Quinta Regione,   invitan   cordialmente    a  toda  la  comunidad 
italiana,  familiares   y    amigos,   a  la   tradicional   Misa de Navidad en familia,  que como cada 
año, será cantada por el Coro Giuseppe Verdi.

Domingo 15 de diciembre a las 11.00 horas  
Parroquia Italiana San Juan Bosco de Valparaíso   ( Avenida Argentina 781 ). Como   es   habitual,  solicitamos   aportar    regalos de Navidad para niños  de escasos   recursos, 

de 3 a 14 años  indicando sobre el papel si el presente es para niño o para niña  y para que edad .

Al finalizar la Santa Misa nos reuniremos en el salón parroquial, para compartir el brindis augural,
junto    a  panettone, focaccia  y  otras delicias italianas .

Apertura extraordinaria citas para pasaportes y “ciudadanía directa”

Hará apertura extraordinaria por Prenota Online para PASAPORTES y “CIUDADANÍA DIRECTA”. Una decisión importante para favorir los ciudadanos que necesitan de estos servicios.

Las citas extraordinarias para estos servicios abrirán a las 12 horas del jueves 5 de diciembre.

Debido a la gran demanda de citas para los servicios consulares requeridas por los usuarios en las últimas semanas, el Consulado Italiano en Santiago comunica que – de forma excepcional – para este mes de diciembre estarán disponibles citas adicionales para pasaportes y para “ciudadanía directa”(hijos directos, mayores de edad, de ciudadano/a italiano/a registrado en el Registro Civil de esta Cancillería Consular)

El Consulado italiano de Santiago explica que: “Con dicha apertura extraordinaria, se quiere responder con todos los recursos a disposición a las necesidades de los ciudadanos, tratando de asegurar cada día un servicio de calidad y, al mismo tiempo, capaz de reaccionar rápidamente a las coyunturas excepcionales del momento“.

Le condoglianze per nostro Vice Console Enrique Lombardi

Il Comites del Cile vuole esprimere le più sentite condoglianze alla Famiglia Lombardi ed ai concittadini del nord del Cile, e con esse dell’intera Collettività Italiana che vede con grande tristezza l’improvvisa scomparse del noto ed amato Vice Console Onorario d’Italia presso la città di Iquique.

Enrique Lombardi (RIP). Leggera nota sito Ambasciata.

L’Ambasciata d’Italia e la comunità italiana del Cile si stringono commosse attorno alla famiglia Lombardi per l’improvvisa scomparsa di Enrique, nostro Console onorario ad Iquique.

E´ un lutto che colpisce tutti noi: cittadini, istituzioni e l’intera Comunità italiana in Cile.

In questo momento di tristezza, vogliamo ricordare le alte qualità umane e professionali di un Console e, al contempo, di un caro amico.

Insieme alla sua attività di imprenditore, Enrique ha posto per oltre trent’anni la sua vita al servizio della Comunità italiana nel nord del Cile.

Istituzioni e cittadini ne hanno sempre apprezzato la straordinaria capacità nel saper “fare sistema” e “fare comunità” tra italiani, aiutando chiunque di loro si trovasse in difficoltà.

Per i suoi indiscussi meriti, Enrique Lombardi è stato decorato nel 2018 Commendatore OSI (Ordine della Stella d’Italia), onorificenza concessa dal Presidente della Repubblica italiana.

Vice Ministra Marina Sereni se encuentra con los italianos de Chile

La viceministra de Asuntos Exteriores, Marina Sereni, fue la primera visita europea oficial de alto nivel a Chile después del estallido de la crisis social.

“Vine a Chile para presenciar la cercanía histórica y la amistad del pueblo italiano con Chile”, declaró en el contexto de una visita oficial que duró tres días entre el martes y el jueves pasado.

La reunión con la comunidad tuvo lugar en el Estadio Italiano de Santiago, donde tuvo la oportunidad de conocer personalmente a sus compatriotas, descendientes y representantes de las diversas instituciones, presentado con la elegancia que distingue a nuestro Embajador de Italia en Chile, el Dr. Mauro Battocchi, quien subrayó la importancia de la visita del Viceministro Sereni a Santiago y Valparaíso durante estos delicados momentos a través de los cuales cruza Chile.
El viceministro Sereni agradeció a la gran cantidad de compatriotas que reiteraron cómo Italia está cerca de los chilenos en estos momentos históricos.
El presidente de los comités, Claudio Curelli, en conversación con el viceministro Sereni, le agradeció: “Como italiano-chileno y presidente de los comités de Chile, creo que represento a todos nuestros compatriotas al agradecer la cercanía de nuestra Italia en momentos de incertidumbre que estamos viviendo en Chile “

Vice Ministro Marina Sereni incontra gli italiani del Cile

La Vice Ministro Affari Esteri Marina Sereni, è stata la prima visita ufficiale di alto livello europea in Cile dopo lo scoppiare della crisi sociale.

Il Comites del Cile rappresentato dal Presidente Claudio Curelli a dalla Vice Presidente Coralis Rodríguez, assieme al membro CGIE eletto in Cile Nello Gargiulo in colloquio con la Vice Ministro Marina Sereni al Club Stadio Italiano di Santiago.

“Sono venuta in Cile per testimoniare la vicinanza ed amicizia storica del popolo italiano col Cile” ha dichiarato nel contesto di una visita ufficiale durata tre giorni tra martedi e giovedì scorsi.

L’incontro con la collettività è avvenuto allo Stadio Italiano di Santiago dove ha avuto opportunità di incontrare in prima persona connazionali, discendenti ed esponenti delle diverse istituzioni, presentati con l’eleganza che distingue il nostro Ambasciatore Italiano in Cile dott. Mauro Battocchi che ha sottolineato l’importanza della visita della Vice Ministro Sereni a Santiago e Valparaíso proprio in questi momenti delicati per cui attraversa il Cile.

La Vice Ministro Sereni ha ringraziato la numerosa presenza dei connazionali ribadendo quanto l’Italia sia vicina ai cileni in questi momenti storici.

Il Presidente del Comites Claudio Curelli, in colloquio con la Vice Ministro Sereni, l’ha ringraziato: -“Da italocileno e Presidente del Comites del Cile, credo rappresentare tutti i nostri connazionali nel ringraziare la vicinanza della nostra Italia nei momenti d’incertezza che stiamo vivendo in Cile”-