Archivo de Categoría: In italiano

Fabio Evangelisti ci racconta la straordinaria vita di Alberto Roselli

Fabio Evangelisti autore di A Santiago c’è una Piazza ci ha visitato alla Radio Perché per presentare il libro dove ci racconta la vita di Alberto Rosselli

“Non si tratta solo di un viaggio fisico, di questo ragazzo che parte dall’Italia, ma dentro c’è anche un viaggio interiore che si realizza nell’arco di una vita”.

É con queste parole che Fabio Evangelisti ha incominciato a raccontarci del suo libro, “A Santiago c’é una piazza”, nel corso di una lunga intervista che ha rilasciato a Radio Perché, la radio del Comites del Cile.

Alberto Rosselli, di Carrara, oggi con i suoi ottantasette anni ben portati, è il protagonista del libro che tra Italia, Argentina e Cile riesce a entusiasmare, coinvolgere, far sentire partecipe il lettore, regalandogli un “posto in prima fila”. “Voglio partire da un aneddoto”, ha detto Evangelisti raccontando e raccontandosi nell’intervista. “Alberto giunge a Buenos Aires e in tasca ha solo una moneta. Nella strada che sta percorrendo c’é un lustrascarpe. Lo colpisce per la sua dignitosa povertà. Pensa un attimo e poi si avvicina e gli dà la moneta pensando che la necessita più di lui.

Da questa moneta regalata a uno sconosciuto parte la storia di Alberto che si snoderà fra le più svariate attività, lavori e iniziative che gli permetteranno di superare un momento molto problematico della sua vita con la piena realizzazione”. Alla fine il sogno della sua gioventù, per dirla con l’autore: “Cosa può desiderare un ragazzo che abbandona il suo paese solo?”, cioè, “quello di farsi una famiglia”, lo realizza.

E non basta. Oggi la sua famiglia si trova compatta a gestire il suo piccolo grande impero costituito da una catena di ristoranti e pizzerie onnipresenti nel “paese sottile” di cui solo recentemente ha deciso di passare il timone al figlio Mario e che nel libro trovano il loro motivo di esistere. Assieme a una imponente azienda import export (rigorosamente tra Italia e Cile) a capo della quale c´è la figlia Patricia. E con queste attività un altro sogno di Alberto si realizza: quello di esportare in Italia prodotti cileni, come vino e il prestigioso salmone ed importare dall’Italia alimenti tipici e, oserei dire, unici nel sapore, come pasta, olio, formaggio, caffè.

“Alberto ama il Cile pur sentendosi sempre profondamente italiano”, ha spiegato a Radio Perché il genero di Alberto, José Luis Granese, “A tal punto che i suoi figli non li ha mandati in una scuola italiana come fanno molti italiani che vivono in Cile, ma cilena. Questo perché loro doveva apprezzare e formarsi in questo paese”.

E il libro racconta proprio tutto questo: l’italianità vissuta attraverso l’esistenza quasi quotidiana della famiglia di Alberto. Una realtà fatta di sapori autentici che ha voluto lui stesso importare (scegliendo con cura prodotti e alimenti) perché insostituibili che si sono tradotti in una magica accettazione e quasi divinazione da parte dei suoi clienti sparsi per tutto il Cile.

Ma nel libro c’é di piú. Il libro può essere letto su diversi piani tutti ben evidenti ma tutti perfettamente incastonati in un gioco di parole che si trasformano ora in dramma e ora in gioia, ora in amore e ora in paura e affanno. Ed é cosí che i lettori in Italia lo hanno già valutato: una bella storia d’amore, un romanzo avvincente, una storia di famiglia appassionante; la difficile realtà dell’immigrazione e anche la rivincita della realizzazione personale ed economica con quello che l’autore ha voluto definire con il mito dello zio d’America. Insomma, in questo libro c’é tutto e l’opposto di tutto.

Fatto per chi ama le saghe familiari ma anche per chi ama le storie avvincenti delle famiglie che dal nulla sono riuscite a realizzarsi in un paese lontano che amano senza mai perdere il gusto e le radici del “primo amore”, quello per la madre patria. Sicuramente chiunque lo leggera troverà la sua dimensione e la prospettiva che lsaprá affascinarlo, conquistandolo.

Marco Maria Scotti

MAE conferma appoggio a Radio Perché

Il Ministero Affari Esteri e della cooperazione Internazionale -MAECI- ha confermato quest’anno l’appoggio a Radio Perché, la radio web del COMITES del Cile: un’iniziativa fatta di volontariato

La nascente radio web del Comites del Cile, Radio Perché, anche quest’anno è stata favorita tra i progetti presentati dai Comites del mondo, con un contributo di mille cinquecento euro.

Il supporto del MAECI consentirà al Comites del Cile di continuare con quest’iniziativa sostenuta anche al volontariato di collaboratori, che ci auguriamo ancora più numerosi man mano che Radio Perché diventerà più attiva.

Paolo Castellani RIP

Il Comitato per gli Italiani all’Estero COMITES, vuole esprimere il cordoglio dell’intera collettività italiana in Cile per la scomparsa del nostro caro connazionale

Sig. Paolo Castellani (RIP)

Come attivo partecipante della collettività italiana in Cile , non ultimo membro del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) fino al 2015, ha sempre dato una testimonianza perenne di cultura ed amore per la lontana Patria Italiana.

Dopo una Santa Messa alla Parrocchia Italiana di Santiago (calle Bustamante 180, Providencia), ore 12 di domani giovedì 23 novembre 2017,  i suoi funerali proseguiranno verso il Cimitero Parque de Santiago (Huechuraba).


Ha fallecido Sr. Paolo Castellani,
Está siendo velado en Parroquia Italiana de Santiago,
la Santa Misa por su eterno descanso
jueves 23 de noviembre a las 12 horas
en la Parroquia Italiana Av. Bustamante 180 Providencia
sus funerales serán en Parque de Santiago Huechuraba

Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

In esito alle consultazioni intercorse tra il MAECI e l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), è stato concordato come anche i cittadini italiani residenti all’estero possano ottenere le credenziali del Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID).

1. COSA E’ SPID

SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere con un’identità digitale unica ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati aderenti.

Attualmente sono 3783 le amministrazioni aderenti, 4183 i servizi online accessibili con SPID e 1.831.000 gli italiani o le imprese dotate di identità SPID.

L’identità SPID è costituita da credenziali che vengono rilasciate all’utente dai Gestori di Identità Digitale (“Identity Provider” – IdP) accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID).

2. COME RICHIEDERE LE CREDENZIALI SPID Continúa leyendo Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

Il saluto del Comites al Console Nicoletta Gliubich

Il saluto del Comites al Console Nicoletta Gliubich

All’ultima seduta plenaria del Comites del Cile, lo scorso 14 novembre, i consiglieri del Comites, invitati e pubblico presente hanno salutato la partenza del Console D.ssa. Nicoletta Gliubich che dal 2013 ha svolto attivamente il so ruolo di capo dell’Ufficio Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Santiago.
Durante tutti quest’anni abbiamo potuto apprezzare la sua capacità professionale e soprattutto la sua grande carica umana che ha saputo condividere in special modo, senza risparmiarsi, stando sempre attenta alle necessità di questa istituzione.

A Curacaví: Primo anniversario Terza Compagnia Vigili del Fuoco

A Curacaví: Primo anniversario Terza Compagnia Vigili del Fuoco Giovanni Battista Pastene

In solenne cerimonia presieduta dal Sindaco del Comune di Curacaví Sig. Juan Pablo Barros Basso e dal Presidente del Comites del Cile (Comitato per gli Italiani all’Estero), Sig. Claudio Curelli, è stato celebrato dalla comunità il primo anniversaria della nuovissima Terza caserma di Vigili del Fuoco di Curacaví.

La Compagnia di Pompieri addetti agli incendi forestali, porta il nome di Giovanni Battista Pastene, navigante genovese (nato a Pegli in 1507) uno dei primi a percorrere le coste cilene del Pacifico, nonché fondatore del paese dell’odierno comune di Curacaví, a 60 chilometri ad ovest di Santiago.

La nascente caserma si è associata ai programmi solidali dell’Undicesima Compagnia Pompa Italia di Santiago  da cui ha ricevuto importanti donazioni tecniche come divise ignifughe e materiale tecnico antincendio.

Grazie anche a questo accordo il Cile vede nascere  una nuova Compagnia Italiana di Pompieri volontari che sventola con orgoglio il Tricolore italiano in un nuovo comune del Cile.

Il Presidente del Comites del Cile ha sottolineato come anche questa è una importante forma di fare italianità diffondendo l’amore per Italia in base all’azione solidale, di cui è diventata un noto esempio la Pompa Italia di Santiago.

CGIE: Queremos parlamentarios que vivan en sus circunscripciones

VOGLIAMO DICIOTTO PARLAMENTARI RESIDENTI NEI NOSTRI TERRITORI

COMUNICATO STAMPA

NON VOGLIAMO FOSSILIZZARCI SULLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE ESTERA, MA CHE A RAPPRESENTARCI SIANO DICIOTTO PARLAMENTARI RESIDENTI NEI NOSTRI TERRITORI

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero ha seguito con particolare interesse il lavoro svolto dalla commissione Affari costituzionali della Camera, in merito alla nuova proposta di riforma
della legge elettorale nazionale, il “Rosatellum 2.0”, che ha approvato un emendamento a firma di Maurizio Lupi (Ap), che precisa alcune norme sulla circoscrizione estero.

La stessa proposta, tanto attesa, inizierà l’iter parlamentare già domani pomeriggio alla Camera dei Deputati.

Esistono profonde perplessità sulla modifica di un principio di fondo, che riguarda le candidature nella circoscrizione estero di cittadini italiani non iscritti all’AIRE, contravvenendo alla specificità della rappresentanza politica della circoscrizione estero sulla quale già in
passato il CGIE aveva chiesto un parere pro veritate.

L’attuale proposta che prevede, inoltre, l’impossibilità dei cittadini italiani residenti all’estero di potersi candidare nei collegi elettorali
italiani, è indice di una disparità di diritti. Differenziare i diritti politici di cinque milioni e mezzo di cittadini italiani residenti all’estero dal resto del corpo elettorale riporterebbe indietro le
istituzioni del nostro paese. Continúa leyendo CGIE: Queremos parlamentarios que vivan en sus circunscripciones

Asociación Ligure de Chile comunica nuevo directorio

L’Associazione Ligure del Cile ha il pregio di informarLa, che nell’Assemblea effettuata il 23 agosto 2017, sono stati proclamati eletti per il periodo 2017 – 2019, i seguenti Consiglieri:

– Presidente: Claudio Massone Stagno

– Vice-Presidente: Pio Borzone Garbarino

– Segretaria: Rina Garibaldi Solari

– Tesoriere: Aldo Solari Villa

Completano il Consiglio i signori:

– Filiale Copiapó: Guinella Pedemonte Veliz.

– Filiale Concepción: Gianfranco Montero Zunino.

– Filiale Santiago: Juan Pablo Buonocore Berardi, Antonio Chiappe Illufi, Mireya Pietracaprina Ferrando, Alex Pomodoro Valdes e Ginetto Rossi Zerega.

– Fliale Temuco: Angela Capurro Garrido.

– Filiale Valparaíso: Pablo Peragallo Silva, Ines Rocca Moltedo e Elsa Vaccarezza Rissetto.

Vi saluta cordialmente:

Arch. Claudio Massone Stagno

Presidente

Associazione Ligure del Cile

Recién salido: Nuevas publicaciones del COMITES

Recién salidas de imprenta las nuevas publicaciones del Comites de Chile

Se trata de las ediciones 2017 de BUSSOLA -la Guía para Italianos que se avecindan en Chile- SANTIAGO CITTÀ ITALIANA -una edición especial de un extracto- del Informe de los Italianos en el Mundo de la Fundación Migrantes.

Proyecto Ecológico, idea sustentable

La idea es promover la difusión de ambas publicaciones en sus versiones electrónicas disponibles por múltiples medios

www.bussola.comites.cl

No obstante y pensando en las personas que tienen dificultad para acceder a los medios digitales, el Comites de Chile pone gratuitamente a disposición de los interesados una limitada cantidad de versiones impresas de ambas publicaciones, que se pueden solicitar contactando aqui.

Una pequeña Brújula para un gran País

¿Qué es BUSSOLA?

Bussola (Brújula), escrita especialmente para el Comites de Chile por el Periodista y escritor torinés Marco Scotti,  pretende ser un apoyo un pequeño aporte a los italianos que, por cualquier motivo, se establecen en Chile o proyectan establecerse en Chile por un periodo de tiempo superior al de turista.
BUSSOLA es una guía general, escrita por el periodista Marco Scotti, que con amenidad y precisión otorga una visión de conjunto de los desafíos que enfrentará un connacional al quedarse en Chile por motivos diferentes al del turismo. BUSSOLA es una orientación general pero útil. Disponible gratuitamente en diferentes formatos papel, electrónico (PDF), web y audio libro, en modo de ofrecer su contenido a la gama más amplia posible de lectores y usuarios.

BUSSOLA y el voluntariado

BUSSOLA esta diseñada como una plataforma de contenidos cambiantes y actualizados, que requieren de la retroalimentación de sus usuarios o lectores.
Por otra parte, BUSSOLA pretende conventirse en una community real basada en el conocimiento de personas que se encuentran y comparten experiencias. Ambos desafíos son una convocatoria a italianos recién llegados, llegados desde hace tiempo, descendientes y amigos de la cultura italiana en general a compartir parte de su tiempo en un voluntariado generoso y de amistad.
La idea es que los nuevos italianos que están llegando a Chile en los últimos años, los que llegaron hace tanto tiempo y los italianos que nacieron en Chile puedan encontrar un punto físico y humano de acogida, reunión y sociabilización.

Agradecimientos

Un expresión especial de gratitud por la importante colaboración con la presente edición de BUSSOLA y SANTIAGO CITTÀ ITALIANA va dirigida a Mauro Migliaro que ha hecho en parte posible la reedición de BUSSOLA en papel.

Rapporto Italiani nel Mondo 2016. Speciale Città.
Le Città degli Emigrati
La Città: da “Spazio Abitato” a “Luogo che ci abita”

SANTIAGO DEL CILE:
CITTÀ ITALIANA E DEGLI ITALIANI

Con gran satisfacción podemos decir que por primera vez el Informe de los Italianos en el Mundo (Rapporto Italiani nel Mondo) editado anualmente por la Fondazione Migrantes, organismo de la Conferencia Episcopal Italiana (CEI) ha dedicado un capítulo en su sección “Especial Ciudades” a Chile y, este caso particular, a la presencia italiana en la ciudad de Santiago.
La presencia cuantitativa de los italianos en Chile y en la ciudad de Santiago esta explicada mediante un inmediato análisis estadístico de los datos anagráficos (registro civil) gentilmente facilitados por la autoridad consular italiana en Chile, para efectos de caracterizar numericamente la distribución geográfica de los ciudadanos italianos. De dicho análisis, respecto de los domicilios declarados por los ciudadanos italianos inscritos en los registros consulares y por tanto residentes en Chile, se evidencia una fuerte concentración geográfica en la Región Metropolitana y, dentro de ésta, en cinco comunas que forman la ciudad de Santiago.
Fuera del alcance del presente estudio queda la cuantificación de la población que, teniendo derecho a obtener la ciudadanía italiana por contar con los requisitos previstos por ley, no ha realizado la tramitación de la misma, por diferentes motivos. De estimaciones preliminares las personas en Chile que podrían encontrarse en esta condición alcanzarían los trescientos mil habitantes.
Entre los factores que podrían explicar la población con derecho pero sin haber solicitado el reconocimiento de la ciudadanía italiana estan los altos costos ligados a la obtención de la documentación necesaria y los impuestos ligados esta solicitud.

Avviso al pubblico: orari speciali ufficio Sede | Aviso: Horarios especiales

In occasione della seconda plenaria continentale del CGIE che si svolgerà a Santiago i giorni 26, 27 e 28 settembre prossimi,

L’ufficio sede del Comites non effettueranno servizio al pubblico nella settimana del 25-sett al 01-ott. Resteranno attivi comunque tutti gli altri recapiti dello Sportello Comites.

L’attenzione pubblico riprenderà gli orari normali a partire del martedì 3 ottobre prossimo, consultabili qui.

Con ocasión de la segunda plenaria continental del CGIE que se celebrará en Santiago los días 26, 27 y 28 de septiembre,

La oficina de Comites no servirá al público en la semana del 25 de septiembre al 01-oct. Cualquier otro contacto de los Sportello Comites seguirá activo.

La atención pública reanudará los horarios normales a partir del martes, 3 de octubre, disponibles aquí.

Il voto all’estero e le leggende metropolitane – CGIE

Il voto all’estero e le leggende metropolitaneSuccede oramai da qualche lustro e sembra un refrain, che si ripete con progressiva enfasi dalle prime votazioni legislative tenutesi nella ripartizione estero nel 2006. Da dieci anni, oramai, gli italiani all’estero sono chiamati a partecipare direttamente alle scelte politiche nazionali in ottemperanza dell’articolo 48 della costituzione. Il loro voto, però, continua ad essere oggetto di acuti e contraddittori scambi di valutazioni tra schieramenti avversi. Anche in questa tornata il quesito referendario è diventato argomento di disputa politica e le elettrici e gli elettori italiani all’estero, ai quali la costituzione italiana garantisce piena rappresentanza politica mediante il diritto di voto, vengono tirati per la giacca perché quest’ultimo, a detta di qualche santone della politica e di alcuni saggi di diritto costituzionale, risulterebbe inficiato da brogli, manomissioni ed è macchiato di insufficiente credibilità. A chi dà libero sfogo a questa leggenda metropolitana ci viene spontaneo chiedere se c’è fondatezza nelle loro affermazioni e se nel dubbio, gli stessi argomenti usati oggi per l’estero, abbiano concorso parimenti in altri periodi storici a mettere in discussione i principi costituzionali del voto in Italia? Questi principi vengono rispettati e quali sono le condizioni, che garantiscono l’espressione del voto libero, diretto e segreto? E’ responsabile affermare che nella circoscrizione estero per garantire il voto è necessario inviare gli ispettori OSCE? E’ giustificabile che per pura propaganda elettorale ed interessi di parte si arrivi a denigrare l’operato di migliaia di persone che hanno preparato il processo elettorale? Differenziare il diritto dalla pratica elettorale sicuramente aiuterebbe a superare il dilemma. Ma occorre la volontà politica e la lungimiranza a concepire una comunità inclusiva, perché le polemiche a cui si assiste, purtroppo, lasciano il tempo che trovano. Dall’estero si ha la sensazione che invece di discutere e informare i cittadini sul quesito referendario, i grandi e piccoli strateghi, si dilettano a confabulare per mettere le mani avanti sull’esito referendario. In questa strategia si è anche insediata la polemica sul voto all’estero, sulla sua attendibilità e sulla sua correttezza.

Fuente: Il voto all’estero e le leggende metropolitane – CGIE

Cile – Al via a Santiago il NEKo Tour Italia 2018

L’iniziativa, che rimarrà aperta fino al 26 settembre, è un progetto artistico collettivo itinerante. L’evento è ospitato e supportato dall’Istituto Italiano di Cultura (IIC) nella capitale cilena. Si tratta di una serie di performances, di esibizioni di cucina, fotografia, arte e design, che esplora le strategie di gestione di un “lavoro migrante”. I protagonisti saranno Christian Castro, chef e gestore culturale di Estudio M5; gli artisti visuali Marisol Frugone e Alfredo Da Venezia, nonché la designer Sandra Hayvel. La prima edizione del Tour c’è stata l’anno scorso. Nell’occasione quattro artisti si sono esibiti presso il Museo Antropológico de Arte Contemporáneo di Guayaquil e il Museo Municipal de Arte Moderno di Cuenca in Ecuador, nonché per la Residencia Materia Gris a Casa Matony a La Paz in Bolivia. Al fine di collegarsi ai circuiti artistici latinoamericani, hanno affrontato la sfida dell’installazione della strategia di un’arte migrante, di opere e di artisti in tour, nello stile di una rock band. Lo hanno fatto visitando tre città in due paesi in soli nove giorni.

Fuente: Cile – Al via a Santiago il NEKo Tour Italia 2018

Condoglianze per Luis Canepa (RIP)

Il Comitato per gli Italiani all’Estero COMITES, vuole esprimere il cordoglio dell’intera collettività italiana in Cile per la scomparsa del nostro caro connazionale

Sig. Luis Canepa (RIP)

Come attivo partecipante della collettività italiana in Cile ha sempre dato una testimonianza perenne di cultura ed amore per la lontana Patria Italiana.

Hoy serán los funerales de don Luis Canepa, una gran persona por su calidad humana y sensibilidad.

El cortejo partirá desde su casa, Comuna de Quinta Normal hacia el Cementerio Parque del Sendero de Maipu, acompañado de su amada familia, amigos y organismos a los cuales perteneció.

Condoglianze per Ada Odone Marenco (RIP)

Il Comitato per gli Italiani all’Estero COMITES, vuole esprimere il cordoglio dell’intera collettività italiana in Cile per la scomparsa della nostra cara connazionale

Sig.ra. Ada Odone Marenco (RIP)

Come attiva partecipante della collettività italiana in Cile ha sempre dato una testimonianza perenne di cultura ed amore per la lontana Patria Italiana.

Un particolare abbraccio ai figli José ed Anita noti componenti di spicco della nostra comunità. Anita è stata più volte Presidente di questo COMITES che si congiunge in un fraterno saluto.

Domani, domenica 4 settembre 2017, ore 11 si effettuerà una Santa Messa alla Parrocchia Italiana di Santiago , via Bustamante 180, Providencia.