Archivo de Categoría: COMITES CILE

Actos no oficiales del Comites,
noticias o informaciones generadas por el Comites,
informaciones importantes transmitidas por el Comites.

CENA ALLA POMPA ITALIA

20160311_223847

Los scorso 11 marzo si è tenuta in sede alla 11ª Compagnia di Vigili del Fuoco Pompa Italia, la tradizionale cena cameratesca, in questa occasione alla presenza del Presidente del Comites, Claudio Curelli, il Rettore della Scuola Italiana Vittorio Montiglio, Prof. Italo Oddone, tra altri notevoli invitati da diverse istituzioni italiane.

La serata dal punto di vista gastronomico è stata condotta dal Consigliere CGIE Nello Gargiulo a carico della spaghettata, nonché dallo Chef Roberto Illari. Musicalmente la famiglia Cortesi di Capitán Pastene ha emozionato i presenti con delle canzoni tradizionali cantate da tutti i presenti.

L’occasione è stata propizia per l’incontro e ravvicinamento tra diverse istituzioni che augurano una stagione di stretta collaborazione.

Il Presidente Curelli ha ringraziato nel nome personale e dell’intero Comites l’invito del Direttore Rafael Squicciarini come pure a tutti i membri della gloriosa 11ª Compagnia.

20160311_221016

20160311_223035

Il Presidente della Società L’Umanitaria, Federico Maggiolo ed il Presidente del Comites Cile, Claudio Curelli.

REFERENDUM/ CURELLI (COMITES CILE): STAVOLTA NIENTE REGISTRO DEGLI ELETTORI?

A continuación se cita el artículo publicado por la Agencia AISE con un comentario de nuestro Presidente Curelli.

aise logo

SANTIAGO\ aise\ – “Esattamente un anno dopo le elezioni del Comites, il 17 aprile 2016, è stato indetto il referendum popolare sulle trivellazioni in mare”.

È quanto osserva oggi Claudio Curelli, consigliere del Comites del Cile, che subito aggiunge: “stavolta, fortunatamente, per esercitare il voto all’estero, basterà che i cittadini all’estero risultino ivi residenti. Senza ulteriori meccanismi burocratici di compilamento di moduli, richieste, ecc”.

L’anno scorso, ricorda Curelli, “per votare i Comites ci è voluta una apposita iscrizione dei cittadini in un elenco di elettori, questione che chiaramente ha fatto diminuire la partecipazione al voto”.

“Mi auguro – auspica il consigliere del Comites – che grazie alla mancanza di questa difficoltà burocratica, il voto degli italiani all’estero goda di maggiore partecipazione e ci auguriamo inoltre che, quando sarà arrivato il momento delle analisi, non si paragonino risultati di elezioni tenute sotto condizioni assolutamente dissimili”.

Quanto al futuro, Curelli spera che “le elezioni del Comites procedano nelle stesse condizioni, cioè avvengano su una base elettorale paragonabile a tutte le altre consultazioni elettorali”. (aise)

Fuente: REFERENDUM/ CURELLI (COMITES CILE): STAVOLTA NIENTE REGISTRO DEGLI ELETTORI?

Ver también | vedere anche:

PERFORACIONES EN ALTA MAR: FIRMADO EL DECRETO PARA REFERENDUM ABROGATORIO.

REFERENDUM POPOLARE DEL 17 APRILE 2016

REFERENDUM POPOLARE DEL 17 APRILE 2016

AMBASCIATA D’ITALIA. SANTIAGO
REFERENDUM POPOLARE DEL 17 APRILE 2016.
COMUNICATO INFORMATIVO

Con decisione del Consiglio dei Ministri adottata il 10 febbraio è stata determinata la data del 17 aprile 2016 per il

REFERENDUM ABROGATIVO

della norma che prevede che i permessi e le concessioni a esplorazioni e trivellazioni dei giacimenti di idrocarburi entro dodici miglia dalla costa abbiano la “durata della vita utile del giacimento” (referendum popolare per l’abrogazione del comma 17, terzo periodo, dell’art. 6 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 [Norme in materia ambientale], come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 [Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge di stabilità 2016], limitatamente alle seguenti parole: «per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale»). Il successivo 16 febbraio 2016 e’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 38 il Decreto Presidenziale di indizione del suddetto referendum popolare.

1. ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE

Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) riceveranno come di consueto il plico elettorale al loro domicilio. Si ricorda che è onere del cittadino mantenere aggiornato il Consolato circa il proprio indirizzo di residenza.

2. ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE CHE INTENDONO VOTARE IN ITALIA

Chi invece, essendo residente stabilmente all’estero, intende votare in Italia, dovrà far pervenire al consolato competente per residenza, un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d’iscrizione all’anagrafe degli italiani residenti all’estero, l’indicazione della consultazione per la quale l’elettore intende esercitare l’opzione. La dichiarazione deve essere datata e firmata dall’ elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità del richiedente, e può essere inviata per posta (Clemente Fabres 1050, Providencia – Santiago), per posta elettronica anche non certificata (consolato.santiago@esteri. it) , oppure fatta pervenire a mano al Consolato anche tramite persona diversa dall’ interessato ENTRO IL 26 FEBBRAIO 2016, (con possibilità di revoca entro lo stesso termine).

3. ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO (MINIMO TRE MESI)

A partire dalle consultazioni referendarie del 17 aprile 2016 gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52).

Tali elettori che intendano partecipare al voto dovranno far pervenire AL COMUNE d’ iscrizione nelle liste elettorali ENTRO IL 26 FEBBRAIO 2016 (con possibilità di revoca entro lo stesso termine) una OPZIONE VALIDA PER UN’UNICA CONSULTAZIONE.

L’opzione può essere inviata per posta, per posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al comune anche da persona diversa dall’ interessato (nel sito www.indicepa. gov. it sono reperibili gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani).

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’ identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’ indicazione dell’ufficio consolare (Consolato o Ambasciata) competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (trovarsi per motivi di lavoro, studio o cure mediche in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale; oppure, essere familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni [comma 1 dell’art. 4-bis della citata L. 459/2001]).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

Información de prensa en español, aqui.

L’apello del Presidente Curelli

Agencia aise.it

descargar | scaricare

Info

formulario | modello

Santiago 17 febbraio 2016

EXPOSICIÓN “ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE” IIC Santiago

Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi a mediados del siglo XIX se convirtieron en los primeros Directores de la Academia de Bellas Artes

_.._IICManager_Upload_IMG_Santiago_201602051544INVITACION

EXPOSICIÓN “ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE”

Instituto Italiano de Cultura de Santiago

exposición de seis artistas italo-chilenos contemporáneos para homenajear a los pintores italianos Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi

“Arte italiano, una huella en Chile”, bajo la curadoria de Robinson Avello, se configura como un homenaje a dos artistas italianos (Alessandro Ciccarelli e Giovanni Mochi) que, a mitades del siglo XIX, se convirtieron respectivamente en el primer y tercer Director de la recién nacida Academia de Bellas Artes de Santiago (Mochi será, además, el primer Director del Museo de Bellas Artes).Así Ciccarelli y Mochi, a raíz de su posición de primeros formadores académicos, aparecen hoy como dos personajes fundamentales con respecto al desarrollo de una “pintura chilena” que, por aquel entonces, daba sus primeros pasos.Pues el objetivo de “Arte italiano, una huella en Chile” es justamente realizar una serie de obras basadas en las creaciones de estos dos artistas italianos trazando, además, un hilo histórico en relación al origen y al aporte del arte italiano en el desarrollo artístico de Chile.De hecho cabe destacar que Cicarelli y Mochi, tras su trabajo en la Academia, inauguraron un detonante intercambio cultural entre Italia y Chile que generaría un cuerpo de obra suficientemente contundente como para inscribir esta significativa transferencia en la historia del arte chileno: el enorme flujo de obras romanas a Chile, la formación de prometedores pintores y escultores chilenos en Roma y Florencia, y la presencia de un contingente significativo de artistas italianos en Chile son claros ejemplos. El IIC Santiago, junto con la Asociación de Artistas Italo-chilenos, se propone entonces un desafío muy interesante frente a estas dos figuras italianas señeras del arte chileno: seis artistas (italo-chilenos) trabajarán libremente a partir de técnicas diferentes (pintura, escultura, audiovisual, grabado) en torno a una obra de cada maestro; renovando y rescatando la memoria histórica y plástica de estas dos figuras contractados por el Estado para “crear y fomentar el gusto por el arte y la cultura” con el objetivo de construir, de-construir y reinventar su labor y su herencia artística desde la perspectiva creativa actual.INAUGURACIÓN 1/3/16 19.30 HRS

Vedere anche | Ver también

MESA REDONDA “MIRADA CONTEMPORÁNEA”
MESA REDONDA “MIRADA HISTÓRICA”

ATENCIÓN IMPORTANTE:LA RESERVA ES OBLIGATORIA

Pasos a seguir:

  1. Escribir a italprogram.iicsantiago@esteri.it
  2. Les responderemos con un mail de confirmación
  3. Imprimir la confirmación, para luego presentarla al encargado del IIC que los recibirá en la entrada de nuestra sede

Fuente: Instituto Italiano de Cultura de Santiago

 

“ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE” / MESA REDONDA “MIRADA CONTEMPORÁNEA” MNBA – IIC Santiago

Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi a mediados del siglo XIX se convirtieron en los primeros Directores de la Academia de Bellas Artes-

“ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE” / MESA REDONDA “MIRADA CONTEMPORÁNEA” MNBA

Segunda Mesa Redonda acerca de Ciccarelli y Mochi en el Museo de Bellas Artes

Durante el mes de Marzo se organizará en el IIC una exposición de seis artistas italo-chilenos contemporáneos para homenajear a los pintores italianos Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi que, a mediados del siglo XIX, se convirtieron en los primeros Directores de la Academia de Bellas Artes de Santiago jugando así un papel fundamental en el futuro desarrollo del arte chileno.1. “Mirada contemporánea”Miércoles 16 Marzo, 15.00-17.00 hrs, Mueso de Bellas Artes. Participan:“Ciccarelli Vs Mochi. Sobre los orígenes de la Academia en Chile”, Mario Soro Vásquez, Artista visual y Vicerrector de la Universidad Arcis“La Transavanguardia italiana y los ecos del último movimiento italiano en ejercer influencia en el arte chileno”, Ughette De Girolamo Del Mauro Zunino, Doctora en Historia del Arte (Universitá degli Studi di Firenze, Italia)“De cómo se gestó el proyecto Ciccarelli + Mochi”, Robinson Avello Ayala, Curador Exposición “Arte italiano, una huella en Chile” Artista Visual, Presidente Achiart“Del Neoclasicismo de Ciccarelli al Romanticismo de Mochi”, Ennio Bucci Abalos, Historiador y Crítico de arte (Moderador de la mesa).

Fuente: Instituto Italiano de Cultura de Santiago

vedere anche | ver también

“ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE” / MESA REDONDA “MIRADA HISTÓRICA” MNBA – IIC Santiago

Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi a mediados del siglo XIX se convirtieron en los primeros Directores de la Academia de Bellas Artes-

“ARTE ITALIANO, UNA HUELLA EN CHILE” / MESA REDONDA “MIRADA HISTÓRICA” MNBA

Primera Mesa Redonda acerca de Ciccarelli y Mochi en el Museo de Bellas Artes

Durante el mes de Marzo se organizará en el IIC una exposición de seis artistas italo-chilenos contemporáneos para homenajear a los pintores italianos Alessandro Ciccarelli y Giovanni Mochi que, a mediados del siglo XIX, se convirtieron en los primeros Directores de la Academia de Bellas Artes de Santiago jugando así un papel fundamental en el futuro desarrollo del arte chileno.1. “Mirada histórica”Miércoles 16 Marzo, 11.00-13.00 hrs, Mueso de Bellas Artes. Participan:“Ciccarelli y el relato de la consolidación de la Republíca”, Juan Manuel Martinez, Historiador y curador independiente“Giovanni Mochi: Del realismo toscano al costumbrismo en Chile”, Marcela Drien, Académica de la Universidad Adolfo Ibáñez, Santiago“Lectura de obras de Ciccarelli y Mochi”, Francisco Brugnoli, Director Museo de Arte Contemporaneo, SantiagoModeradora: Gloria Cortés Aliaga, Curadora Museo Nacional Bellas Artes, Santiago-InformacionesFecha: miércoles, 16 de marzo de 2016Horario: de 11.00 a 13.00 hrsLugar: Museo Nacional de Bellas ArtesOrganizado por: IIC SantiagoEn colaboración con: Embajada de Italia, ACHIART y MNBAEntrada Liberada

Fuente: Instituto Italiano de Cultura de Santiago

vedere anche | ver también

Origini Italia: Oportunidad de Estudio en Italia

Origini Italia 2016

Espectacular oportunidad de estudio en Italia. Beca y gastos financiados.

  • Incluye viaje ida y regreso.

  • Alojamiento y

  • Almuerzo durante los días de estudio y trabajo durante toda la duración del Curso.

Información de la Embajada de Italia aquí.

Información directa del curso Origini Italia aquí.

Descarga brochure informativa aquí.


Origini Italia

Il programma Origini Italia di MIB School of Management a Trieste, giunto alla XVI edizione, è destinato ai discendenti degli emigrati italiani nel mondo.

Continúa leyendo Origini Italia: Oportunidad de Estudio en Italia

Benvenuto al Prof. Primo Siena come membro del Comites

primoSiena

È stato emesso dall’autorità Consolare italiana in Cile, il decreto con la nomina del Professore Primo Siena come membro del Comites del Cile.

Diamo un cordiale benvenuto al Prof. Siena, noto intellettuale della nostra collettività italiana in Cile, come membro del nostro Comites. Questa nomina avviene in seguito alle dimissioni presentate da Gloria Bozzo.

Claudio Curelli

El Comites invita a evaluar a la RAI

logo rai italia
logo rai italia

 

El Comites de Chile invita a personas e instituciones a dar su opinión respecto de la calidad y todos los aspectos relacionados con los servicios que ofrece la RAI especialmente de aquellos respecto de los cuales se puede acceder desde Chile.

Todos los años la RAI inicia un proceso de encuesta, que incluye a los italianos residentes en el extranjero, de manera de evaluar la calidad, recepción, aspectos técnicos y comerciales de los servicios y presencia de la RAI entre las comunidades italianas de Chile.

El Consulado de Italia en Chile ha solicitado esta opinión a las instituciones italianas y al Comites.

El Comites esta recibiendo las opiniones de los ciudadanos a través de su correo electrónico comites@comites.cl o de su pagina web www.comites.cl en su sección CONTACTO.

Direzione generale per gli italiani all’estero e le politiche migratorie

Los siguientes son las reparticiones públicas italianas del Ministerio de Asuntos Exteriores italiano que se ocupan de la presencia de los ciudadanos italianos en el exterior.

Direttore Generale
Cristina Ravaglia

 

Vice Direttore Generale Vicario/Direttore Centrale per le questioni migratorie ed i visti
Marco Del Panta

 

Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i servizi agli italiani all’estero
Marco Giungi
Telefono 06 3691 2814
Fax 06 3691 3816

Ufficio IPolitiche per la valorizzazione degli italiani all’estero.
Promozione, coordinamento ed indirizzo delle politiche per gli italiani all’estero; proposte legislative in materia; rapporti con il CGIE; contributi ai Comites e ad enti di assistenza; assistenza ai connazionali indigenti; associazioni italiane all’estero; parlamentari di origine italiana nel mondo.

Ufficio IIPromozione linguistica e culturale in favore degli italiani all’estero.
Iniziative scolastiche ed educative in favore degli italiani all’estero, per la diffusione della lingua e cultura italiane; attività informative, culturali e ricreative; rilevazione sulla diffusione dei programmi di RAI ITALIA all’estero; attività inerenti la formazione professionale nei Paesi extraeuropei.

Ufficio IIIServizi consolari inerenti la cittadinanza, lo stato civile, i documenti di viaggio e la navigazione.
Cittadinanza e apolidia; stato civile; passaporti ordinari e temporanei, carte di identità, Emergency Travel Document (ETD); patenti di guida; accordi di sicurezza sociale; trattamenti pensionistici e pensioni di guerra; rapporti con Enti previdenziali nazionali; servizi consolari in materia di navigazione.

Ufficio IVProtezione e assistenza degli italiani all’estero, sottrazione internazionale di minori, cooperazione giudiziaria internazionale.
Coordinamento delle attività consolari inerenti la protezione e l’assistenza degli italiani all’estero nonché dei cittadini UE non rappresentati nei Paesi terzi; assistenza ai detenuti; rimpatri; sottrazione internazionale di minori; recupero prestiti con promessa di restituzione; cooperazione giudiziaria internazionale (estradizioni, trasferimento detenuti, rogatorie, notifiche, trasmissione di atti extragiudiziari); notifiche amministrative; coordinamento dei servizi notarili, legalizzazioni e provvedimenti di volontaria giurisdizione.

Ufficio VServizi consolari inerenti l’anagrafe e il voto all’estero.
Tenuta degli schedari consolari in coordinamento con l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) centrale; coordinamento degli adempimenti relativi al voto politico, referendario e europeo all’estero in raccordo con le altre Amministrazioni interessate; adempimenti relativi alle elezioni degli organismi rappresentativi degli italiani all’estero.

Ufficio VIVisti d’ingresso in Italia e nello Spazio Schengen.
Autorità centrale italiana per l’attuazione degli Accordi di Schengen; applicazione della normativa italiana e dell’Unione europea in materia di rilascio di visti d’ingresso in Italia e nello spazio Schengen; proposte normative in materia in raccordo con le altre Amministrazioni interessate; assistenza alla rete diplomatico-consolare in materia di visti; contenzioso inerente i dinieghi di visto; gestione degli stampati a valore relativi ai visti.

Ufficio VIICooperazione bilaterale e multilaterale in campo migratorio, protezione internazionale ed adozioni internazionali.
Questioni giuridiche inerenti i cittadini stranieri in Italia; aspetti relativi alla attuazione delle misure di protezione internazionale in Italia; questioni inerenti le adozioni internazionali; tutela dei minori stranieri in Italia; accordi bilaterali in materia migratoria, in raccordo con le altre Amministrazioni; analisi delle comunità straniere in Italia e dei flussi migratori in raccordo con le altre Amministrazioni; partecipazione alla programmazione interministeriale degli ingressi di stranieri; cooperazione multilaterale nel campo migratorio e sociale (UNHCR, OIL, OIM e Consiglio d’Europa) e gestione dei capitoli relativi al finanziamento OIL-OIM.

 

COSA SONO I COMITES?

  •          I COMITES sono organi elettivi che rappresentano le esigenze dei cittadini italiani residenti all’estero nei rapporti con gli Uffici consolari, con i quali collaborano per individuare le necessità di natura sociale, culturale e civile della collettività italiana.
  •          I COMITES, in collaborazione, oltre che con le Autorità consolari, anche con le Regioni e le autonomie locali nonché con Enti e Associazioni operanti nella circoscrizione consolare, promuovono, nell’interesse della collettività italiana residente nella circoscrizione, tutte quelle iniziative ritenute opportune in materia di vita sociale e culturale, assistenza sociale e scolastica, formazione professionale, settore ricreativo e tempo libero.
  •          I COMITES, previa intesa con le Autorità consolari, possono rappresentare le istanze della collettività italiana residente nella circoscrizione alle Autorità e alle Istituzioni locali.
  •          I COMITES sono composti da 12 membri, per le collettività fino a 100.000 cittadini italiani residenti nella circoscrizione, o da 18 membri, per le collettività composte da più di 100.000 cittadini italiani residenti.
  •          I membri dei COMITES restano in carica cinque anni e non percepiscono remunerazione per la loro attività.

Nominati nuovi revisori dei conti

D’accordo alle procedure legali in atto, nella seduta plenaria del 24 settembre 2015, il Comites del Cile ha proceduto a nominare come membri revisori dei conti i Sig.ri. José Odone e Vittorio Illino i quali hanno accettato la predetta nomina.

Il Presidente Claudio Curelli ha ringraziato i nuovi membri di nomina di Comitato, nonché riconosciuto la gratitudine verso il Sig. Silvio Cuneo, già revisore nel periodo anteriore.

L’OMAGGIO DEL COMITES DI SANTIAGO ALLA FESTA DELLA REPUBBLICA

SANTIAGO\ aise\ – Il Comites – Comitato per gli italiani all’Estero di Santiago del Cile ha voluto concludere la settimana di festeggiamenti in onore all’anniversario della Repubblica Italianarendendo un simbolico omaggio floreale al monumento con cui nel primo centenario dell’indipendenza l’allora collettività italiana omaggiò il Cile.
Erano presenti circa venti persone ed i rappresentanti di alcune istituzioni, tra cui l’Undicesima Compagnia di Vigili del Fuoco “Pompa Italia”, associazioni regionali del Piemonte, Liguria, Le Marche, Trentino-Alto Adige e Campania nonché il console d’Italia in Cile, Nicoletta Gliubich, e la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Anna Mondavio, e i consiglieri del Comites neo-eletto.
Insieme a loro, nella fredda domenica del 7 giugno, alle ore 10.30, il presidente del Comites Claudio Curelli e la segretaria Millaray González hanno deposto una corona di fiori in omaggio della Repubblica Italiana. (aise) 

Fuente: L’OMAGGIO DEL COMITES DI SANTIAGO ALLA FESTA DELLA REPUBBLICA