Archivo de Categoría: COMITES CILE

Actos no oficiales del Comites,
noticias o informaciones generadas por el Comites,
informaciones importantes transmitidas por el Comites.

Ines Rocca e Luis Bavestrello, membri Benemeriti Comunità Italiana V Regione

Il Comites Cile saluta e si congratula con i nuovi membri Benemeriti della Comunità Italiana V Regione Ines Rocca e Luis Bavestrello

Un particolare saluto ad Ines già membro di questo Comites per l’intero periodo precedente. Come ha detto il Presidente Curelli: “Costante testimonianza di deciso spirito di collaborazione ed appartenenza alla vita italiana in Cile.”

Come ogni anno in questa data, il Consiglio della Comunitá Italiana Regione Valparaiso, vuol riconoscere fra gli italiani o discendenti d’italiani della regione, quelli che sono esempio d’italianitá, di affetto per la terra lontana e per questa seconda patria, che ha accolto in modo ospitale la propria famiglia. Quest’anno vengono distinti come soci benemeri due figure sempre presenti nella nostra comunitá, che hanno dedicato e continuano a dedicare il loro prezioso tempo alle diverse istituzioni italiane della regione, senza scopi meschini, anzi, per un genuino e disinteressato spirito di servizio:

SIG. RA INES ROCCA MOLTEDO

Illustre ex alunna della nostra Scuola fino all’anno 1960, è uno dei personaggi piú rappresentativi della nostra collettivitá, faccia Continúa leyendo Ines Rocca e Luis Bavestrello, membri Benemeriti Comunità Italiana V Regione

Origini Italia: iscrizioni 18a edizione aperte fino al 31 marzo 2018

Il programma Origini Italia di MIB Trieste School of Management è destinato ai discendenti degli emigrati italiani nel mondo.

Le iscrizioni per la 18a edizione sono aperte fino al 31 marzo 2018.

MIB Trieste School of Management, in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, la Regione Friuli Venezia Giulia, e altre amministrazioni regionali italiane, promuove e organizza il Corso Origini Italia in Export Management e Sviluppo Imprenditoriale.

Origini è nato per:Favorire la collaborazione fra le imprese italiane e i cittadini di origine italiana nel mondo;Rafforzare i legami professionali e culturali tra i discendenti degli emigrati e la terra d’origine; Sviluppare nei giovani partecipanti nuove competenze di gestione aziendale e di international business con lezioni d’aula, seminari, workshop ed esperienze in azienda.

I partecipanti ritrovano la cultura, la storia, la lingua degli avi per consolidare la propria identità, e al contempo affrontano una nuova esperienza di tipo imprenditoriale e manageriale, in collaborazione con importanti imprese italiane.

Il corso dura 5 mesi (29 ottobre 2018 – 6 aprile 2019 ) ed è svolto in lingua inglese.

Fuente: Origini Italia

TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO: OPZIONE DI VOTO SINO AL 31 GENNAIO

ROMA\ aise\ – Nuovi aggiornamenti dalla Farnesina sul fronte voto all’estero, che questa volta ha diramato una nota riguardante gli italiani temporaneamente all’estero.
Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Parlamento, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.
Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno – entro il 31 gennaio 2018 – far pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. È possibile la revoca della stessa opzione entro lo stesso termine. L’opzione sarà valida solo per il voto cui si riferisce ovvero, in questo caso, per le votazioni del 4 marzo 2018.
L’opzione, il cui fac-simile è reperibile sul sito del Ministero degkli Affari Esteri, può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.
La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza, vale a dire che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni.
La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000). (aise) 

 

Fuente: TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO: OPZIONE DI VOTO SINO AL 31 GENNAIO

Recordamos a nuestros lectores: Boletín del Comites Diciembre 2017

Recordamos que todos nuestros boletines L’Italia in Cile, se encuentran disponibles en nuestra página haciendo clic aqui.

Nº 8 diciembre 2017, TITULARES

  • Benvenuta «RADIO PERCHÉ». Ecco il xke.cl

    MAECI -Ministero Affari Esteri- sostiene radio web del Comites, consentendo continuità di quest’iniziativa fatta di volontariato

  • Santiago del Cile: città italiana e degli italiani

    Estratto della pubblicazione su RAPPORTO ITALIANI NELMONDO 2016 a cura di C. Curelli e N. Gargiulo.

  • Presentazione del Libro di Fabio Evangelisti:

    A SANTIAGO C’È UNA PIAZZA

    Il lungo viaggio di Alberto Rosselli dalle Apuane alle Ande

  • CURACAVÍ: PRIMO ANNIVERSARIO TERZA COMPAGNIA VIGILI DEL FUOCO

    A Curacaví una nascente Pompa Italiana: Terza Compagnia Giovanni Battista Pastene

  • Il saluto del Comites al Console Nicoletta Gliubich

Fabio Evangelisti ci racconta la straordinaria vita di Alberto Roselli

Fabio Evangelisti autore di A Santiago c’è una Piazza ci ha visitato alla Radio Perché per presentare il libro dove ci racconta la vita di Alberto Rosselli

“Non si tratta solo di un viaggio fisico, di questo ragazzo che parte dall’Italia, ma dentro c’è anche un viaggio interiore che si realizza nell’arco di una vita”.

É con queste parole che Fabio Evangelisti ha incominciato a raccontarci del suo libro, “A Santiago c’é una piazza”, nel corso di una lunga intervista che ha rilasciato a Radio Perché, la radio del Comites del Cile.

Alberto Rosselli, di Carrara, oggi con i suoi ottantasette anni ben portati, è il protagonista del libro che tra Italia, Argentina e Cile riesce a entusiasmare, coinvolgere, far sentire partecipe il lettore, regalandogli un “posto in prima fila”. “Voglio partire da un aneddoto”, ha detto Evangelisti raccontando e raccontandosi nell’intervista. “Alberto giunge a Buenos Aires e in tasca ha solo una moneta. Nella strada che sta percorrendo c’é un lustrascarpe. Lo colpisce per la sua dignitosa povertà. Pensa un attimo e poi si avvicina e gli dà la moneta pensando che la necessita più di lui.

Da questa moneta regalata a uno sconosciuto parte la storia di Alberto che si snoderà fra le più svariate attività, lavori e iniziative che gli permetteranno di superare un momento molto problematico della sua vita con la piena realizzazione”. Alla fine il sogno della sua gioventù, per dirla con l’autore: “Cosa può desiderare un ragazzo che abbandona il suo paese solo?”, cioè, “quello di farsi una famiglia”, lo realizza.

E non basta. Oggi la sua famiglia si trova compatta a gestire il suo piccolo grande impero costituito da una catena di ristoranti e pizzerie onnipresenti nel “paese sottile” di cui solo recentemente ha deciso di passare il timone al figlio Mario e che nel libro trovano il loro motivo di esistere. Assieme a una imponente azienda import export (rigorosamente tra Italia e Cile) a capo della quale c´è la figlia Patricia. E con queste attività un altro sogno di Alberto si realizza: quello di esportare in Italia prodotti cileni, come vino e il prestigioso salmone ed importare dall’Italia alimenti tipici e, oserei dire, unici nel sapore, come pasta, olio, formaggio, caffè.

“Alberto ama il Cile pur sentendosi sempre profondamente italiano”, ha spiegato a Radio Perché il genero di Alberto, José Luis Granese, “A tal punto che i suoi figli non li ha mandati in una scuola italiana come fanno molti italiani che vivono in Cile, ma cilena. Questo perché loro doveva apprezzare e formarsi in questo paese”.

E il libro racconta proprio tutto questo: l’italianità vissuta attraverso l’esistenza quasi quotidiana della famiglia di Alberto. Una realtà fatta di sapori autentici che ha voluto lui stesso importare (scegliendo con cura prodotti e alimenti) perché insostituibili che si sono tradotti in una magica accettazione e quasi divinazione da parte dei suoi clienti sparsi per tutto il Cile.

Ma nel libro c’é di piú. Il libro può essere letto su diversi piani tutti ben evidenti ma tutti perfettamente incastonati in un gioco di parole che si trasformano ora in dramma e ora in gioia, ora in amore e ora in paura e affanno. Ed é cosí che i lettori in Italia lo hanno già valutato: una bella storia d’amore, un romanzo avvincente, una storia di famiglia appassionante; la difficile realtà dell’immigrazione e anche la rivincita della realizzazione personale ed economica con quello che l’autore ha voluto definire con il mito dello zio d’America. Insomma, in questo libro c’é tutto e l’opposto di tutto.

Fatto per chi ama le saghe familiari ma anche per chi ama le storie avvincenti delle famiglie che dal nulla sono riuscite a realizzarsi in un paese lontano che amano senza mai perdere il gusto e le radici del “primo amore”, quello per la madre patria. Sicuramente chiunque lo leggera troverà la sua dimensione e la prospettiva che lsaprá affascinarlo, conquistandolo.

Marco Maria Scotti

MAE conferma appoggio a Radio Perché

Il Ministero Affari Esteri e della cooperazione Internazionale -MAECI- ha confermato quest’anno l’appoggio a Radio Perché, la radio web del COMITES del Cile: un’iniziativa fatta di volontariato

La nascente radio web del Comites del Cile, Radio Perché, anche quest’anno è stata favorita tra i progetti presentati dai Comites del mondo, con un contributo di mille cinquecento euro.

Il supporto del MAECI consentirà al Comites del Cile di continuare con quest’iniziativa sostenuta anche al volontariato di collaboratori, che ci auguriamo ancora più numerosi man mano che Radio Perché diventerà più attiva.

Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

In esito alle consultazioni intercorse tra il MAECI e l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), è stato concordato come anche i cittadini italiani residenti all’estero possano ottenere le credenziali del Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID).

1. COSA E’ SPID

SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere con un’identità digitale unica ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati aderenti.

Attualmente sono 3783 le amministrazioni aderenti, 4183 i servizi online accessibili con SPID e 1.831.000 gli italiani o le imprese dotate di identità SPID.

L’identità SPID è costituita da credenziali che vengono rilasciate all’utente dai Gestori di Identità Digitale (“Identity Provider” – IdP) accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID).

2. COME RICHIEDERE LE CREDENZIALI SPID Continúa leyendo Sistema Pubblico per la Gestione dell’Identità Digitale (SPID)

Il saluto del Comites al Console Nicoletta Gliubich

Il saluto del Comites al Console Nicoletta Gliubich

All’ultima seduta plenaria del Comites del Cile, lo scorso 14 novembre, i consiglieri del Comites, invitati e pubblico presente hanno salutato la partenza del Console D.ssa. Nicoletta Gliubich che dal 2013 ha svolto attivamente il so ruolo di capo dell’Ufficio Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Santiago.
Durante tutti quest’anni abbiamo potuto apprezzare la sua capacità professionale e soprattutto la sua grande carica umana che ha saputo condividere in special modo, senza risparmiarsi, stando sempre attenta alle necessità di questa istituzione.

Curelli, Presidente Comites Cile: Il lavoro silenzioso di Gilda Rivara ravvicina gli italiani del Cile

Curelli, Presidente Comites Cile: “Il lavoro silenzioso di Gilda Rivara ravvicina gli italiani del Cile”

Un riconoscimento che merita essere tenuto presente è quello di Gilda Rivara, che con i suoi messaggi di posta elettronica fa un silenzioso lavoro di diffusione di tante informazioni riguardanti aspetti ed elementi che fanno parte della Grande Collettività Italianan del Cile.

Claudio Curelli.

A Curacaví: Primo anniversario Terza Compagnia Vigili del Fuoco

A Curacaví: Primo anniversario Terza Compagnia Vigili del Fuoco Giovanni Battista Pastene

In solenne cerimonia presieduta dal Sindaco del Comune di Curacaví Sig. Juan Pablo Barros Basso e dal Presidente del Comites del Cile (Comitato per gli Italiani all’Estero), Sig. Claudio Curelli, è stato celebrato dalla comunità il primo anniversaria della nuovissima Terza caserma di Vigili del Fuoco di Curacaví.

La Compagnia di Pompieri addetti agli incendi forestali, porta il nome di Giovanni Battista Pastene, navigante genovese (nato a Pegli in 1507) uno dei primi a percorrere le coste cilene del Pacifico, nonché fondatore del paese dell’odierno comune di Curacaví, a 60 chilometri ad ovest di Santiago.

La nascente caserma si è associata ai programmi solidali dell’Undicesima Compagnia Pompa Italia di Santiago  da cui ha ricevuto importanti donazioni tecniche come divise ignifughe e materiale tecnico antincendio.

Grazie anche a questo accordo il Cile vede nascere  una nuova Compagnia Italiana di Pompieri volontari che sventola con orgoglio il Tricolore italiano in un nuovo comune del Cile.

Il Presidente del Comites del Cile ha sottolineato come anche questa è una importante forma di fare italianità diffondendo l’amore per Italia in base all’azione solidale, di cui è diventata un noto esempio la Pompa Italia di Santiago.

¿Qué hace el Comites de Chile? Cifras desde Mayo 2015

Desde el 5 de mayo de 2015:

Las principales cifras que dan cuenta del serio y sistemático trabajo del Comites de Chile

  • 26 sesiones plenarias con cuorum legal

  • 27 pareceres emitidos en favor de instituciones italochilenas de acuerdo a la ley

  • 10 encuentros con la colectividad italiana en Chile

  • 2 de 2 concursos ganados con proyectos específicos

26 plenarias

De los 101 Comites en el mundo, el Comites de Chile es uno de los más activos. Es uno de los que ha celebrado mayor número de sesiones plenarias.

Esto ha permitido que emita cuantiosa documentación necesaria para su funcionamiento en los tiempo fijados por la ley italiana.

Los consejeros o miembros del Comites han participado activamente con una asistencia excelente que varia entre el 62 y 96% de asistencia a las plenaria a los que fueron convocados.

27 pareceres

La principal función que la ley impone a los Comites es la emisión de pareceres obligatorios respecto de los organismos que reciben fondos fiscales italianos y que operan en Chile.

Los pareceres obligatorios emitidos por el Comites son requisitos indispensables que establece la ley italiana para poder proceder a la entrega de aportes económicos con fondos públicos a esos organismos.

Otros pareceres son voluntarios a título de consulta ya sea desde organismos públicos italianos o incluso de privados.

El Comites de Chile ha emitido regularmente desde su constitución en mayo 2015:

  • 4 pareceres en favor de entes gestores cursos de lengua italiana
  • 3 pareceres en favor de entes que practican asistencia social
  • 2 pareceres en favor de: prensa escrita local y servicios de la RAI

10 encuentros con la colectividad italiana en Chile

Además de las obligaciones de ley, el Comites ha desarrollado una política constante de generación de encuentro entre los miembros de la colectividad.

  • 2 almuerzos solidarios con la presencia de más de 400 personas cada uno, para ir beneficio de instituciones que realizan acción social en la colectividad uno, y otro, para recolectar fondos en beneficio de las víctimas de los terremotos del Centro Italia.
  • 3 encuentros comunitarios: uno para presentar los proyectos del Comites ante la colectividad en noviembre 2015; y dos para presentar y generar dialogo y participación entre los parlamentarios electos en la circunscripción América Meridional que nos han visitado oficialmente: On. Fabio Porta y On. Ricardo Merlo.
  • 2 consultas ciudadanas en Santiago y Valparaíso para estudiar y someter a consideración de la comunidad las propuestas de modificación legal de los istitutos de representación de lso italianos en el extranjeros especialmente COMITES Y CGIE
  • 3 festejos de la Fiesta de la República, especialmente en la organización de la ceremonia civil y ciudadana a los pies del monumentos de Plaza Italia en Santiago, conjuntamente con todas la instituciones participantes en los años 2015, 2016 y 2017.

    2 de 2 concursos ganados con proyectos específicos

  • el Comites de Chile ha participado con éxito en las dos convocatorias realizadas por el Ministerio de Asuntos exteriores de Italia MAECI en los dos años precedentes con el objeto de realizar proyectos que favorezcan la inserción de los nuevos flujos migratorios en la sociedad local. Es asi como como BUSSOLA y la radio web RADIO PERCHÉ estan en pleno desarrollo.

Todo el trabajo realizado da cuenta de un fuerte espíritu colaborativo entre los miembros del Comites y de los estrechos lazos y trabajo conjunto establecido con el Consejero CGIE Nello Gargiulo y la misión diplomática dirigida por el Embajadador Marco Ricci y en especial con la autoridad consular en la persona de la Cónsul Nicoletta Gliubich.

Recién salido: Nuevas publicaciones del COMITES

Recién salidas de imprenta las nuevas publicaciones del Comites de Chile

Se trata de las ediciones 2017 de BUSSOLA -la Guía para Italianos que se avecindan en Chile- SANTIAGO CITTÀ ITALIANA -una edición especial de un extracto- del Informe de los Italianos en el Mundo de la Fundación Migrantes.

Proyecto Ecológico, idea sustentable

La idea es promover la difusión de ambas publicaciones en sus versiones electrónicas disponibles por múltiples medios

www.bussola.comites.cl

No obstante y pensando en las personas que tienen dificultad para acceder a los medios digitales, el Comites de Chile pone gratuitamente a disposición de los interesados una limitada cantidad de versiones impresas de ambas publicaciones, que se pueden solicitar contactando aqui.

Una pequeña Brújula para un gran País

¿Qué es BUSSOLA?

Bussola (Brújula), escrita especialmente para el Comites de Chile por el Periodista y escritor torinés Marco Scotti,  pretende ser un apoyo un pequeño aporte a los italianos que, por cualquier motivo, se establecen en Chile o proyectan establecerse en Chile por un periodo de tiempo superior al de turista.
BUSSOLA es una guía general, escrita por el periodista Marco Scotti, que con amenidad y precisión otorga una visión de conjunto de los desafíos que enfrentará un connacional al quedarse en Chile por motivos diferentes al del turismo. BUSSOLA es una orientación general pero útil. Disponible gratuitamente en diferentes formatos papel, electrónico (PDF), web y audio libro, en modo de ofrecer su contenido a la gama más amplia posible de lectores y usuarios.

BUSSOLA y el voluntariado

BUSSOLA esta diseñada como una plataforma de contenidos cambiantes y actualizados, que requieren de la retroalimentación de sus usuarios o lectores.
Por otra parte, BUSSOLA pretende conventirse en una community real basada en el conocimiento de personas que se encuentran y comparten experiencias. Ambos desafíos son una convocatoria a italianos recién llegados, llegados desde hace tiempo, descendientes y amigos de la cultura italiana en general a compartir parte de su tiempo en un voluntariado generoso y de amistad.
La idea es que los nuevos italianos que están llegando a Chile en los últimos años, los que llegaron hace tanto tiempo y los italianos que nacieron en Chile puedan encontrar un punto físico y humano de acogida, reunión y sociabilización.

Agradecimientos

Un expresión especial de gratitud por la importante colaboración con la presente edición de BUSSOLA y SANTIAGO CITTÀ ITALIANA va dirigida a Mauro Migliaro que ha hecho en parte posible la reedición de BUSSOLA en papel.

Rapporto Italiani nel Mondo 2016. Speciale Città.
Le Città degli Emigrati
La Città: da “Spazio Abitato” a “Luogo che ci abita”

SANTIAGO DEL CILE:
CITTÀ ITALIANA E DEGLI ITALIANI

Con gran satisfacción podemos decir que por primera vez el Informe de los Italianos en el Mundo (Rapporto Italiani nel Mondo) editado anualmente por la Fondazione Migrantes, organismo de la Conferencia Episcopal Italiana (CEI) ha dedicado un capítulo en su sección “Especial Ciudades” a Chile y, este caso particular, a la presencia italiana en la ciudad de Santiago.
La presencia cuantitativa de los italianos en Chile y en la ciudad de Santiago esta explicada mediante un inmediato análisis estadístico de los datos anagráficos (registro civil) gentilmente facilitados por la autoridad consular italiana en Chile, para efectos de caracterizar numericamente la distribución geográfica de los ciudadanos italianos. De dicho análisis, respecto de los domicilios declarados por los ciudadanos italianos inscritos en los registros consulares y por tanto residentes en Chile, se evidencia una fuerte concentración geográfica en la Región Metropolitana y, dentro de ésta, en cinco comunas que forman la ciudad de Santiago.
Fuera del alcance del presente estudio queda la cuantificación de la población que, teniendo derecho a obtener la ciudadanía italiana por contar con los requisitos previstos por ley, no ha realizado la tramitación de la misma, por diferentes motivos. De estimaciones preliminares las personas en Chile que podrían encontrarse en esta condición alcanzarían los trescientos mil habitantes.
Entre los factores que podrían explicar la población con derecho pero sin haber solicitado el reconocimiento de la ciudadanía italiana estan los altos costos ligados a la obtención de la documentación necesaria y los impuestos ligados esta solicitud.

Avviso al pubblico: orari speciali ufficio Sede | Aviso: Horarios especiales

In occasione della seconda plenaria continentale del CGIE che si svolgerà a Santiago i giorni 26, 27 e 28 settembre prossimi,

L’ufficio sede del Comites non effettueranno servizio al pubblico nella settimana del 25-sett al 01-ott. Resteranno attivi comunque tutti gli altri recapiti dello Sportello Comites.

L’attenzione pubblico riprenderà gli orari normali a partire del martedì 3 ottobre prossimo, consultabili qui.

Con ocasión de la segunda plenaria continental del CGIE que se celebrará en Santiago los días 26, 27 y 28 de septiembre,

La oficina de Comites no servirá al público en la semana del 25 de septiembre al 01-oct. Cualquier otro contacto de los Sportello Comites seguirá activo.

La atención pública reanudará los horarios normales a partir del martes, 3 de octubre, disponibles aquí.