Archivo de Categoría: Arte | Cultura

Barrio Italia: sábado 24 marzo, 19 horas lectura poética italiana

Giuseppe Ungaretti será recordado en la jornada de literatura y poesia de BARRIO ITALIA este próximo sábado 24 de marzo a las 19 horas.

Una iniciativa de SIAMO, Av. Italia 1152, con el patrocinio del Comites Chile, para este sábado 24 marzo a las 19 horas.

El recital poético estará a cargo de los escritores italochilenos Annmaria Barbera y Juan Antonio Massone.

La ruta de los italianos, Santiago y Providencia

Un itinerario storico per il futuro

Il libro “La ruta de los italianos, Santiago y Providencia” presentato nella sede dell’Ambasciata Italiana in Santiago

Quanto ha inciso la presenza della comunità italiana in Santiago? E quanto ha plasmato il patrimonio culturale e sociale di questa città? Sono solo alcune domande alle quali il libro “La ruta de los italianos Santiago e Providencia” ha cercato di rispondere in un modo accattivante e suggestivo. Lo scorso venerdì 12 gennaio nella elegante e prestigiosa sede dell’Ambasciata italiana in Santiago si è svolta la presentazione di questo testo interessante che ha cercato di colmare un vuoto sulla influenza della presenza italiana in Cile che da tempo si faceva sentire.

Alla presenza dell’Ambasciatore italiano in Santiago, Marco Ricci, del Sindaco della Municipalità di Santiago, Felipe Alessandri e di Continúa leyendo La ruta de los italianos, Santiago y Providencia

Ines Rocca e Luis Bavestrello, membri Benemeriti Comunità Italiana V Regione

Il Comites Cile saluta e si congratula con i nuovi membri Benemeriti della Comunità Italiana V Regione Ines Rocca e Luis Bavestrello

Un particolare saluto ad Ines già membro di questo Comites per l’intero periodo precedente. Come ha detto il Presidente Curelli: “Costante testimonianza di deciso spirito di collaborazione ed appartenenza alla vita italiana in Cile.”

Come ogni anno in questa data, il Consiglio della Comunitá Italiana Regione Valparaiso, vuol riconoscere fra gli italiani o discendenti d’italiani della regione, quelli che sono esempio d’italianitá, di affetto per la terra lontana e per questa seconda patria, che ha accolto in modo ospitale la propria famiglia. Quest’anno vengono distinti come soci benemeri due figure sempre presenti nella nostra comunitá, che hanno dedicato e continuano a dedicare il loro prezioso tempo alle diverse istituzioni italiane della regione, senza scopi meschini, anzi, per un genuino e disinteressato spirito di servizio:

SIG. RA INES ROCCA MOLTEDO

Illustre ex alunna della nostra Scuola fino all’anno 1960, è uno dei personaggi piú rappresentativi della nostra collettivitá, faccia Continúa leyendo Ines Rocca e Luis Bavestrello, membri Benemeriti Comunità Italiana V Regione

Origini Italia: iscrizioni 18a edizione aperte fino al 31 marzo 2018

Il programma Origini Italia di MIB Trieste School of Management è destinato ai discendenti degli emigrati italiani nel mondo.

Le iscrizioni per la 18a edizione sono aperte fino al 31 marzo 2018.

MIB Trieste School of Management, in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, la Regione Friuli Venezia Giulia, e altre amministrazioni regionali italiane, promuove e organizza il Corso Origini Italia in Export Management e Sviluppo Imprenditoriale.

Origini è nato per:Favorire la collaborazione fra le imprese italiane e i cittadini di origine italiana nel mondo;Rafforzare i legami professionali e culturali tra i discendenti degli emigrati e la terra d’origine; Sviluppare nei giovani partecipanti nuove competenze di gestione aziendale e di international business con lezioni d’aula, seminari, workshop ed esperienze in azienda.

I partecipanti ritrovano la cultura, la storia, la lingua degli avi per consolidare la propria identità, e al contempo affrontano una nuova esperienza di tipo imprenditoriale e manageriale, in collaborazione con importanti imprese italiane.

Il corso dura 5 mesi (29 ottobre 2018 – 6 aprile 2019 ) ed è svolto in lingua inglese.

Fuente: Origini Italia

SICILIA ITALIAN LANGUAGE SCHOOL: opportunità per studiare italiano

La scuola SICILIA ITALIAN LANGUAGE SCHOOL, ormai da decenni,si occupa di corsi di lingua italiana per stranieri,vacanza culturale. la scuola SICILIA è Accreditata dall’Università dagli Stranieri di Siena ed è sede di esami DITALS la competenza dell’insegnamento dell’italiano agli stranieri.

Da tanti anni ormai collaboriamo con diversi istituti all’estero e in particolare abbiamo attive delle collaborazioni con alcune molte scuole di italiano nel mondo, con molte sedi della Società Dante Alighieri e altri Istituti di Lingua e cultura Italiana nel mondo,come quello di Los Angeles, San Francisco, Stoccarda, Dublino, Lisbona, Lussemburgo e altri ancora come potete vedere dal nostro sito, ma anche Professori come e piccole scuole di lingua italiana all’estero. Continúa leyendo SICILIA ITALIAN LANGUAGE SCHOOL: opportunità per studiare italiano

Reggio Emilia, anniversario del Tricolore. Gentiloni: “L’Italia si è rimessa in moto” – Repubblica.it

Reggio Emilia, anniversario del Tricolore. Gentiloni: “L’Italia si è rimessa in moto”

Il premier oggi alle celebrazioni per i 221 anni della bandiera: “Sfruttiamo la congiuntura economica. Nessuno usi il vessillo come simbolo di odio, Italia esempio per la questione migranti”

07 gennaio 2018 (ansa) REGGIO EMILIA

“L’Italia si è rimessa in moto dopo la più grande crisi dal dopoguerra e il merito principale di questa ripartenza è delle nostre famiglie, delle nostre imprese, dei nostri lavoratori. Questo governo, in attesa delle prossime elezioni, continuerà a lavorare per accompagnare e sostenere i segnali di fiducia che si manifestano nei nostri territori”.

Lo ha affermato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in una lettera pubblicata sulla Gazzetta di Reggio, il quotidiano di Reggio Emilia dove oggi il premier partecipa alle celebrazioni del 221/mo anniversario della nascita del primo Tricolore.

Continúa leyendo Reggio Emilia, anniversario del Tricolore. Gentiloni: “L’Italia si è rimessa in moto” – Repubblica.it

Anita Odone: Primo posto col suo Presepe d’oltreconfine

CARISSIMI AMICI:Condivido con voi con molta gioia il premio ottenuto in Italia al Concorso Regalissima di Telemasone…

Posted by Anita Odone on sábado, 6 de enero de 2018

CARISSIMI AMICI:
Condivido con voi con molta gioia il premio ottenuto in Italia al Concorso Regalissima di Telemasone con il mio presepe…Primo Posto tra i presepi inviati da lontano
Mantenere le nostre tradizioni é fondamentale per conservare la nostra identitá ovunque ci troviamo.
Buon Anno 2018
Anita

In attesa della Befana: speciale Radio Anita Odone

SABATO 6 GENNAIO dalle 11 alle 12,dalle18 alle 19…programma speciale…radio anita odone on line…sempre con te

SABATO 6 GENNAIO dalle 11 alle 12,dalle18 alle 19…programma speciale…radio anita odone on line…sempre con te

Posted by Anita Odone on viernes, 5 de enero de 2018

Panettoni per Natale 2017: La SUPERBA al primo posto col suo Panettone Genovese!

Mirella Bonino, Panetteria LA SUPERBA de Valparaíso, ci racconta, tramite i mass media nazionali, la storia natalizia del Panettone Genovese, che a Valparaíso è diventato d’obbligo per ogni fine anno.

La Superba al primo posto come migliore panettone del Cile. Mirella Bonino: “Il nostro panettone genovese si fa con una ricetta immutata da più di 30 anni”

El secreto del Pan de Pascua tipo genovés que mantiene la tradición italiana en Valparaíso

 

“Cielos de Santiago”di Clara Salina: al di là dell’immagine

“Cielos de Santiago”: al di là dell’immagine

Storia, arte e vissuti attraverso i soffitti dei più begli edifici di Santiago

Incredibile ma vero. Guardando con il naso all’insù non solo possiamo scoprire prospettive bellissime custodite gelosamente nelle architetture dei soffitti ma persino la storia del nostro amato Cile.

Ad accorgersene per prima è stata Clara Salina, autrice, nonché straordinaria fotografa, del libro: “Cielos de Santiago”, una vera chicca per gli amanti dei libri fotografici che però, in questo caso non si limita a catturare immagini, ma soprattutto ad imprigionare emozioni. Emozioni per le meraviglie che non solo spesso passano inosservate e silenti sopra le nostre teste, ma soprattutto perché i soffitti alla fine “Sono i veri testimoni di quello che accade”, spiega Clara Salina che ha voluto incontrarci negli studi di Radio Perché, la radio del Comites, “Attraverso le porte semplicemente si passa e basta ma sotto i soffitti é dove noi tutti svolgiamo i nostri ruoli e questo spesso noi non lo pensiamo”. E se si pensa alla storia, a quante vicende positive, negative o tristi che si sono susseguite sotto i soffitti dei nostri palazzi santiaguini o “casone”, magari dimenticate e abbandonate, possiamo capire la portata di questa nuova prospettiva di lettura.

 

Continúa leyendo “Cielos de Santiago”di Clara Salina: al di là dell’immagine

“A Santiago c’é una piazza”: Presentato alla presenza dell’Ambasciatore Marco Ricci

Presentato alla presenza dell’Ambasciatore Marco Ricci il libro di Fabio Evangelisti: “A Santiago c’é una piazza”

In uno stupendo scenario di sapori e di prodotti, tutti rigorosamente italiani, si è svolta sabato scorso 16 dicembre la presentazione del libro: “A Santiago c’é una piazza”, di Fabio Evangelisti.

leggere anche intervista a Radio Perché

Proprio nel cuore della azienda fondata dal protagonista di questo appassionate testo, l’autore ha raccontato la storia affascinante di Alberto Rosselli, di Massa di nascita ma di Santiago di adozione. Un evento che ha coinvolto un gran numero di persone e che ha avuto l’onore di essere aperto con le parole dell’Ambasciatore d´ Italia in Santiago, Marco Ricci:

“Il libro mi é piaciuto molto, una storia forte”. Con acuta e attenta analisi l’Ambasciatore ha saputo porre i cardini della discussione non senza ricordare come il dramma della dittatura ha profondamente segnato la vita di molte famiglie italiane che vivevano e lavoravano in Cile.

Continúa leyendo “A Santiago c’é una piazza”: Presentato alla presenza dell’Ambasciatore Marco Ricci

Fabio Evangelisti ci racconta la straordinaria vita di Alberto Roselli

Fabio Evangelisti autore di A Santiago c’è una Piazza ci ha visitato alla Radio Perché per presentare il libro dove ci racconta la vita di Alberto Rosselli

“Non si tratta solo di un viaggio fisico, di questo ragazzo che parte dall’Italia, ma dentro c’è anche un viaggio interiore che si realizza nell’arco di una vita”.

É con queste parole che Fabio Evangelisti ha incominciato a raccontarci del suo libro, “A Santiago c’é una piazza”, nel corso di una lunga intervista che ha rilasciato a Radio Perché, la radio del Comites del Cile.

Alberto Rosselli, di Carrara, oggi con i suoi ottantasette anni ben portati, è il protagonista del libro che tra Italia, Argentina e Cile riesce a entusiasmare, coinvolgere, far sentire partecipe il lettore, regalandogli un “posto in prima fila”. “Voglio partire da un aneddoto”, ha detto Evangelisti raccontando e raccontandosi nell’intervista. “Alberto giunge a Buenos Aires e in tasca ha solo una moneta. Nella strada che sta percorrendo c’é un lustrascarpe. Lo colpisce per la sua dignitosa povertà. Pensa un attimo e poi si avvicina e gli dà la moneta pensando che la necessita più di lui.

Da questa moneta regalata a uno sconosciuto parte la storia di Alberto che si snoderà fra le più svariate attività, lavori e iniziative che gli permetteranno di superare un momento molto problematico della sua vita con la piena realizzazione”. Alla fine il sogno della sua gioventù, per dirla con l’autore: “Cosa può desiderare un ragazzo che abbandona il suo paese solo?”, cioè, “quello di farsi una famiglia”, lo realizza.

E non basta. Oggi la sua famiglia si trova compatta a gestire il suo piccolo grande impero costituito da una catena di ristoranti e pizzerie onnipresenti nel “paese sottile” di cui solo recentemente ha deciso di passare il timone al figlio Mario e che nel libro trovano il loro motivo di esistere. Assieme a una imponente azienda import export (rigorosamente tra Italia e Cile) a capo della quale c´è la figlia Patricia. E con queste attività un altro sogno di Alberto si realizza: quello di esportare in Italia prodotti cileni, come vino e il prestigioso salmone ed importare dall’Italia alimenti tipici e, oserei dire, unici nel sapore, come pasta, olio, formaggio, caffè.

“Alberto ama il Cile pur sentendosi sempre profondamente italiano”, ha spiegato a Radio Perché il genero di Alberto, José Luis Granese, “A tal punto che i suoi figli non li ha mandati in una scuola italiana come fanno molti italiani che vivono in Cile, ma cilena. Questo perché loro doveva apprezzare e formarsi in questo paese”.

E il libro racconta proprio tutto questo: l’italianità vissuta attraverso l’esistenza quasi quotidiana della famiglia di Alberto. Una realtà fatta di sapori autentici che ha voluto lui stesso importare (scegliendo con cura prodotti e alimenti) perché insostituibili che si sono tradotti in una magica accettazione e quasi divinazione da parte dei suoi clienti sparsi per tutto il Cile.

Ma nel libro c’é di piú. Il libro può essere letto su diversi piani tutti ben evidenti ma tutti perfettamente incastonati in un gioco di parole che si trasformano ora in dramma e ora in gioia, ora in amore e ora in paura e affanno. Ed é cosí che i lettori in Italia lo hanno già valutato: una bella storia d’amore, un romanzo avvincente, una storia di famiglia appassionante; la difficile realtà dell’immigrazione e anche la rivincita della realizzazione personale ed economica con quello che l’autore ha voluto definire con il mito dello zio d’America. Insomma, in questo libro c’é tutto e l’opposto di tutto.

Fatto per chi ama le saghe familiari ma anche per chi ama le storie avvincenti delle famiglie che dal nulla sono riuscite a realizzarsi in un paese lontano che amano senza mai perdere il gusto e le radici del “primo amore”, quello per la madre patria. Sicuramente chiunque lo leggera troverà la sua dimensione e la prospettiva che lsaprá affascinarlo, conquistandolo.

Marco Maria Scotti

Con Tenores Di Bitti parte brillante participación de Italia en FILSA 2017

ITALIA invitado de Honor en Feria Internacional del Libro de Santiago FILSA 2017

Con la inauguración de la FILSA 2017 parte la participación de Italia como invitado de honor.

Italia estará presente todos los días con la presencia de importantes invitados y variadas actividades en su pabellón de honor.

La Embajada de Italia y el Instituto Italiano de Cultura fueron ampliamente elogiados por los medios de comunicación en las personas del Embajador Marco Ricci y la Directora Anna Mondavio, quienes han dado máxima importancia a la participación de Italia en la FILSA 2017.

IIC Invita: Entradas Gratuitas

El instituto Italiano de Cultura -IIC- pone a disposición de sus amigos entradas liberadas para asistir a las actividades italianas en cada día de la FILSA 2017 en el siguiente link: aquí.

TENORES DE BITTI

La importante participación italiana inició “alla grande” con la presentación del “canto a tenore” con el grupo Tenores de Bitti, y su arte polifonico vocal representativo de la mileneria y enigmática cultura de Cerdeña. Continúa leyendo Con Tenores Di Bitti parte brillante participación de Italia en FILSA 2017

Recién salido: Nuevas publicaciones del COMITES

Recién salidas de imprenta las nuevas publicaciones del Comites de Chile

Se trata de las ediciones 2017 de BUSSOLA -la Guía para Italianos que se avecindan en Chile- SANTIAGO CITTÀ ITALIANA -una edición especial de un extracto- del Informe de los Italianos en el Mundo de la Fundación Migrantes.

Proyecto Ecológico, idea sustentable

La idea es promover la difusión de ambas publicaciones en sus versiones electrónicas disponibles por múltiples medios

www.bussola.comites.cl

No obstante y pensando en las personas que tienen dificultad para acceder a los medios digitales, el Comites de Chile pone gratuitamente a disposición de los interesados una limitada cantidad de versiones impresas de ambas publicaciones, que se pueden solicitar contactando aqui.

Una pequeña Brújula para un gran País

¿Qué es BUSSOLA?

Bussola (Brújula), escrita especialmente para el Comites de Chile por el Periodista y escritor torinés Marco Scotti,  pretende ser un apoyo un pequeño aporte a los italianos que, por cualquier motivo, se establecen en Chile o proyectan establecerse en Chile por un periodo de tiempo superior al de turista.
BUSSOLA es una guía general, escrita por el periodista Marco Scotti, que con amenidad y precisión otorga una visión de conjunto de los desafíos que enfrentará un connacional al quedarse en Chile por motivos diferentes al del turismo. BUSSOLA es una orientación general pero útil. Disponible gratuitamente en diferentes formatos papel, electrónico (PDF), web y audio libro, en modo de ofrecer su contenido a la gama más amplia posible de lectores y usuarios.

BUSSOLA y el voluntariado

BUSSOLA esta diseñada como una plataforma de contenidos cambiantes y actualizados, que requieren de la retroalimentación de sus usuarios o lectores.
Por otra parte, BUSSOLA pretende conventirse en una community real basada en el conocimiento de personas que se encuentran y comparten experiencias. Ambos desafíos son una convocatoria a italianos recién llegados, llegados desde hace tiempo, descendientes y amigos de la cultura italiana en general a compartir parte de su tiempo en un voluntariado generoso y de amistad.
La idea es que los nuevos italianos que están llegando a Chile en los últimos años, los que llegaron hace tanto tiempo y los italianos que nacieron en Chile puedan encontrar un punto físico y humano de acogida, reunión y sociabilización.

Agradecimientos

Un expresión especial de gratitud por la importante colaboración con la presente edición de BUSSOLA y SANTIAGO CITTÀ ITALIANA va dirigida a Mauro Migliaro que ha hecho en parte posible la reedición de BUSSOLA en papel.

Rapporto Italiani nel Mondo 2016. Speciale Città.
Le Città degli Emigrati
La Città: da “Spazio Abitato” a “Luogo che ci abita”

SANTIAGO DEL CILE:
CITTÀ ITALIANA E DEGLI ITALIANI

Con gran satisfacción podemos decir que por primera vez el Informe de los Italianos en el Mundo (Rapporto Italiani nel Mondo) editado anualmente por la Fondazione Migrantes, organismo de la Conferencia Episcopal Italiana (CEI) ha dedicado un capítulo en su sección “Especial Ciudades” a Chile y, este caso particular, a la presencia italiana en la ciudad de Santiago.
La presencia cuantitativa de los italianos en Chile y en la ciudad de Santiago esta explicada mediante un inmediato análisis estadístico de los datos anagráficos (registro civil) gentilmente facilitados por la autoridad consular italiana en Chile, para efectos de caracterizar numericamente la distribución geográfica de los ciudadanos italianos. De dicho análisis, respecto de los domicilios declarados por los ciudadanos italianos inscritos en los registros consulares y por tanto residentes en Chile, se evidencia una fuerte concentración geográfica en la Región Metropolitana y, dentro de ésta, en cinco comunas que forman la ciudad de Santiago.
Fuera del alcance del presente estudio queda la cuantificación de la población que, teniendo derecho a obtener la ciudadanía italiana por contar con los requisitos previstos por ley, no ha realizado la tramitación de la misma, por diferentes motivos. De estimaciones preliminares las personas en Chile que podrían encontrarse en esta condición alcanzarían los trescientos mil habitantes.
Entre los factores que podrían explicar la población con derecho pero sin haber solicitado el reconocimiento de la ciudadanía italiana estan los altos costos ligados a la obtención de la documentación necesaria y los impuestos ligados esta solicitud.